Roma, 19 agosto 2017. L'attesa è finita, domani parte il nuovo corso della Roma targata Di Francesco. Alle 18.00 i giallorossi affronteranno l'Atalanta nello stadio Atleti Azzurri nella prima gara del campionato 2017/2018. "Partire forte facendo un'ottima prestazione a Bergamo", questo è l'obiettivo che si pone il tecnico capitolino per la prima prestazione stagionale. Sulle sue valutazioni emerse nel corso della conferenza stampa pesa la pesante sconfitta contro il Celta Vigo. "Dopo quello che è successo in Spagna, dove i risultati non sono arrivati ora dobbiamo riscattarci. La prestazione contro il Celta Vigo non mi è piaciuta per niente, sotto tutti i punti di vista, per quello voglio che la mia squadra parte forte contro l'Atalanta, perché dobbiamo riscattarci" - dice il mister addossandosi tutta la responsabilità - "La colpa di quei 30 minuti di follia è solo la mia. Mi assumo tutte le responsabilità ora devo dimostrare che la mia squadra non è quella vista contro il Celta Vigo. A nessuno piace fare brutte figure come ci è successo a Vigo ma, ripeto, è solo colpa mia". L'Atalanta non sarà un cliente facile. "Sono sicuro che entreremo in campo con grande determinazione e affronteremo una squadra che ha grandi potenzialità, doti fisiche e che soprattutto crede in quello che fa. Il lavoro e il campo ci daranno l'opportunità di dimostrare che la squadra non è quella vista lì" - continua il tecnico - "L'Atalanta sembra che non abbia mai smesso di giocare. Ho guardato le loro amichevoli e sembra che per loro l'estate e le vacanze non ci siano state. La determinazione e la grinta che mettono in campo è quella di sempre. Bergamo è un campo ostico e quella di domani sarà una partita difficilissima. Però voglio dire che anche l'Atalanta troverà un'avversaria agguerrita e con voglia di fare e che non lascerà nulla di intentato. Vogliamo imporre il nostro modo di giocare e di vedere il calcio".

DI FRANCESCO: "FLORENZI È UN VALORE AGGIUNTO PER LA NOSTRA SQUADRA". Di Francesco non vuole sentire parlare di mercato. Monchi non è riuscito a chiudere l'accordo con il Leicester per Mahrez e a consegnare al tecnico un degno sostituto di Salah. "Non voglio parlare di mercato. Nella mia testa c'è solo l'Atalanta. Questo è il nostro obiettivo oggi. Il mercato termina tra 12 giorni e noi continuiamo a lavorare ma non voglio fare nomi, è inutile" - conclude Di Francesco che suggerisce una soluzione casalinga - "Voglio dire, però, che Florenzi può essere un valore aggiunto per ciò che ha fatto in questi anni, per l'uomo che è e per il suo valore sportivo. Non è ancora in condizione di essere convocato, solo per questo non sarà con noi domani. Però lo valuterò per la gara contro l'Inter la prossima settimana. Deve essere al meglio sia dal punto di vista fisico che metabolico. Ma lui ha grande voglia di fare e grande determinazione. È un giocatore fantastico e spero di averlo presto a disposizione".