Bologna, 12 ottobre 2017 - Dopo l'addio al calcio, risalente al maggio 2016, e i tanti guai extra campo, non ultima la foto che lo ritraeva in compagnia di Rogerio Avelino da Silva, uno dei narcotrafficanti più ricercati del Brasile, Adriano Leite Ribeiro, detto semplicemente Adriano, ci vuole riprovare. Con l'inizio dell'anno nuovo, l'Imperatore ha buoni propositi: rimettersi in forma per tornare a calcare i campi da gioco, mettendosi così alle spalle la vita nella favela di Vila Cruzeiro, fra le più povere e pericolose di Rio de Janeiro.

"Mi sto preparando per un nuovo progetto - racconta l'attaccante ex Inter, ospite del programma della Tv Globo "Conversa con Bial" - Riprenderò ad allenarmi, senza nessun club, durante tutto il mese di gennaio. Da quando ho smesso ho continuato a tenermi in forma (le foto scattategli dimostrano tuttavia il contrario, ndr). So che devo essere persistente. Voglio farlo per me stesso, per dimostrare che posso arrivare al mio limite e, da lì, capire se potrò continuare a giocare oppure no".

Vedremo se Adriano manterrà questa determinazione, senza cadere di nuovo nelle tentazioni che gli hanno irrimediabilmente segnato la carriera. "So che non sono riuscito a portare veramente in fondo la mia carriera, sono accadute cose che mi hanno allontanato dal calcio - sottolinea l'Imperatore - Sono rimasto a metà, diciamo così". Dal 2018 il brasiliano proverà a completare l'opera: ci sarà un club disposto a dargli un'altra chance?