Cleveland (Stati Uniti), 3 dicembre 2017 – Nella notte del ritorno in campo di Isaiah Thomas dopo ben sette mesi di inattività dovuti ai gravi problemi all’anca, i Cleveland Cavaliers hanno ritrovato la via del successo – il primo del nuovo anno – e lo hanno fatto battendo 127-110 i Portland Trial Blazers che recuperavano Damian Lillard (25 punti) dopo cinque gare d’assenza. Il successo dei vicecampioni è arrivato anche grazie ai 17 punti e 3 assist messi a referto in 19 minuti dal folletto di Tacoma, che al suo esordio in maglia Cavaliers si è guadagnato l’applauso della Quicken Loans Arena e ha aiutato i Cavs ad azzerare un gap in doppia cifra rimediato nel corso del primo tempo. Come sempre però è stato decisivo il contributo di un onnipresente LeBron James, autore di 25 punti, 8 assist, 6 rimbalzi e 4 palloni recuperati, e quello di Kevin Love (19 punti e 7 rimbalzi). 

E’ cominciato con un passo falso, invece, il 2018 degli Atlanta Hawks che a Phoenix hanno perso 104-103 contro i Suns, spinti terzo successo nelle ultime quattro gare dai liberi segnati a 12” dall’ultima sirena da Booker e dalla stoppata di Chriss su Prince. Agli Hawks, che hanno a lungo comandato nel punteggio arrivando fino al +14 nel corso del primo tempo, non sono bastati i 20 punti a testa di Bazemore e Schroder, che nel momento clou ha commesso però un pesantissimo fallo in attacco, e i 16 del’azzurro Marco Belinelli. C’è il timbro di LaMarcus Aldridge (29 punti) e di un sempre più in forma Kawhi Leonard (25) nel quarto successo ottenuto nelle ultime cinque partite dai San Antonio Spurs che hanno sconfitto 100-91 i New York Knicks a domicilio, prendendo il largo nel quarto finale con un parziale di 29-18 nel terzo quarto. Grazie ai 33 punti di Williams in uscita dalla panchina e ai 21 di Griffin che ha anche raccolto 6 rimbalzi e distribuito 8 assist, i Clippers hanno invece sopraffatto Memphis per 113-105. Infine è arrivato anche il netto successo di Charlotte che ha vinto in scioltezza in casa dei Kings (131-111), mandando ben sette giocatori in doppia cifra per punti segnati.