Capo d'Orlando, 18 maggio 2017 - L'EA7 Milano batte 77-62 la Betaland Capo d'Orlando e agguanta un pass per le semifinali dove troverà la Dolomiti Energia Trentino. I biancorossi hanno giocato una prova molto solida soprattutto nel pitturato dove hanno portato a casa un notevole 24/37 nel tiro da due pur avendo sofferto qualcosa di troppo a rimbalzo (46-32 il computo dei rimbalzi in favore della Betaland). La grande prova offensiva degli uomini di Jasmin Repesa, che dopo essere volati a +22 nel corso del terzo quarto hanno saputo resistere al rientro dei siciliani, è testimoniata anche dai quattro uomini andati in doppia cifra tra cui spicca Milan Macvan, autore di 15 punti ma soprattutto delle giocate chiave che hanno tenuto a freno il rientro di una Capo d'Orlando mai doma e uscita tra gli applausi dopo una stagione da incorniciare

Ottimo avvio di Milano che fa circolare la palla con grande fluidità (8 assist di squadra nei primi 10 minuti) e partendo con un eccellente 4/5 al tiro (8 punti per Pascolo) si porta sul 14-4 nei primi 5 minuti. Kikowski, Tepic e Ivanovic provano a svegliare l'attacco siciliano ma l'EA7 resiste e con la bomba di Abass allo scadere doppia l'Orlandina in chiusura di primo quarto (24-12). In apertura di seconda frazione la formazione lombarda raggiunge il suo massimo vantaggio momentaneo con McLean e Hickman ma poi alza un attimo le mani dal manubrio perdendo tre palloni e rivitalizzando l'Orlandina che rientra a -11 in un amen costringendo Repesa al timeout (31-20). L'uscita dei biancorossi dal timeout è più che positiva per via dell'ottimo contributo fornito da Simon e Raduljica i quali firmano il nuovo +15 esterno (35-20). Poco dopo si iscrive al tabellino anche McLean che schiaccia a canestro il punto del 43-26 e sbaglia il libero aggiuntivo. Capo d'Orlando pur soffrendo abbozza una nuova reazione con Iannuzzi e Archie che griffano un 5-0 tutto biancoblu fissando il punteggio sul 43-31. Il punto esclamativo sul primo tempo porta però la firma di Simon che dalla media piazza il colpo del 45-31 all'intervallo lungo. 

L'abbrivio di secondo tempo dell'EA7 è ancora una volta è quello giusto a tal punto che i meneghini, continuando a macinare ottimo gioco sotto le plance e sugli esterni, oltrepassano quota 20 punti di vantaggio con la tripla dall'angolo di Simon che vale il 56-34. Nonostante le grosse difficoltà però la Betaland crede ancora nell'impresa e piazza un break di 15-4 iniziato da Tepic e Ivanovic che fa rientrare i padroni di casa sino al -11 (60-49).  Cinque punti ravvicinati della coppia composta da Hickman e Macvan stoppano l'emorragia riportando Milano a +16 in chiusura di terzo quarto (65-49). L'ultima frazione viene inaugurata dall'ennesima fiammata dei biancoblu che mettono a segno un parziale di 8-0 che vale il -8 (65-57) Archie e Delas. Il primo canestro arriva dopo quasi 5 minuti di gioco e porta la firma di Macvan che ferma il momento di rottura prolungata esterna concedendo il bis pochi istanti più tardi con la bomba del +11 (70-59) con ancora 4 minuti da giocare. Un paio di buone difese di Cinciarini e la tripla di Macvan a 1'15" dalla fine tengono però definitivamente a distanza la Betaland.