Nimes, 19 agosto 2017 – Pronostico rispettato nella prima tappa della Vuelta 2017. Nella cronometro a squadre di Nîmes, perla dell’Occitania, a trionfare è stata la Bmc, vera e propria dominatrice della specialità negli ultimi anni. Rohan Dennis, che ha tagliato per primo il traguardo, è la prima maglia rossa della 72esima edizione del Giro di Spagna. Una leadership in classifica generale da condividere con i compagni Damiano Caruso, Alessandro De Marchi, Kilian Frankiny, Daniel Oss, Nicolas Roche (prima maglia a pois blu), Tejay Van Garderen, Francisco Ventoso e Loic Vliegen, quest’ultimo inserito in squadra solo due giorni fa, dopo la positività di Samuel Sanchez a un controllo fuori competizione del 9 agosto scorso.

Quarta tappa: orari tv, percorso e favoriti

Classifica e risultati dopo la terza tappa

Vuelta 2017, terza tappa. Orari tv, percorso e favoriti

Classifica e risultati dopo la seconda tappa 

Seconda tappa, numero di Lampaert

Panico a Nimes, media: "Uomini sparano". Ma è falso allarme

Vuelta 2017, seconda tappa. Orari tv, percorso e favoriti

La tappa. La formazione con licenza statunitense è stata davanti dal primo all’ultimo chilometro, mettendo una seria ipoteca già nella prima metà del percorso e confermando i distacchi imposti nei primi sette chilometri anche nell’ultima parte del percorso, grazie soprattutto allo straordinario lavoro di un impressionante Daniel Oss. La maglia bianca della classifica combinata sarà il piccolo premio riservato al corridore trentino per il suo lavoro. Alle loro spalle, distanti appena 6”, si sono piazzate Quick-Step Floors e Sunweb, mentre a 9” è arrivato il Team Sky di Chris Froome. Distacchi assai contenuti, come da pronostico, tra gli uomini di classifica: nessuno dei big, fortunatamente, è rimasto coinvolto in una delle tante cadute che hanno caratterizzato questa prova, e così la classifica dei big si presenta ancora parecchio fluida. L’unico a pagare più di quanto fosse lecito attendersi è stato Fabio Aru: lo scalatore sardo dell’Astana, sedicesima al traguardo, paga già 35” a Bob Jungels e Warren Barguil, i migliori tra i favoriti per la maglia rossa finale.

VUELTA_24739668_105606

Tre secondi più lento, come detto, Froome, mentre Chaves e i fratelli Yates pagano 17” (8 da Froome) da Caruso e compagni. 24” il ritardo della Movistar di Moreno e Soler, mentre Vincenzo Nibali e la sua Bahrain-Merida pagano 31” dalla Bmc. Alberto Contador, partito per ultimo con la sua Trek-Segafredo, si è dovuto accontentare di un modesto undicesimo posto, a 35” dai vincitori; è andata decisamente peggio all’Ag2r di Romain Bardet e alla UAE-Emirates di Louis Meintjes, staccante rispettivamente di 46 e 47” dai vincitori di tappa. Distacchi comunque contenuti e rimediabilissimi, visti i tanti arrivi in salita in programma nel corso di questa Vuelta. Non domani, quando a contendersi il successo parziale (e, chissà, anche la maglia rossa), saranno i velocisti, al termine dei 203 km da Nîmes a Gruissand.

Ordine di arrivo 1ª tappa: Nîmes-Nîmes
1 Bmc Racing Team in 15'58"04

2 Quick-Step Floors a 6”
3 Team Sunweb s.t.
4 Team Sky a 9”
5 Orica-Scott a 17”
6 Bora-Hansgrohe a 21”
7 Lotto-Soudal a 24”
8 Movistar Team s.t.
9 Bahrain-Merida a 31”
10 Team Katusha-Alpecin a 33"

Vuelta 2017, le squadre. Tutti i partecipanti

Classifica generale dopo la 1ª tappa
1 Rohan Dennis (Aus) Bmc Racing in 15'58"
2 Daniel Oss (Ita) Bmc Racing s.t.

3 Nicolas Roche (Irl) Bmc Racing s.t.
4 Alessandro De Marchi (Ita) Bmc Racing s.t.
5 Damiano Caruso (Ita) Bmc Racing s.t.

6 Tejay Van Garderen (Usa) Bmc Racing s.t.
7 Yves Lampaert (Bel) Quick-Step Floors a 6”
8 David de la Cruz (Esp) Quick-Step Floors s.t.
9 Bob Jungels (Lux) Quick-Step Floors s.t.
10 Julian Alaphilippe (Fra) Quick-Step Floors s.t.