Londra, 13 AGOSTO 2017 - L'ultima recita di Usain Bolt è stata ben lontana dal 20esimo oro inseguito dall'asso giamaicano: non solo non sono arrivate le medaglie ai Mondiali di atletica di Londra, ma un infortunio alla coscia sinistra ha letteralmente messo in ginocchio il velocista. In senso fisico e non. Ma c'è stata un'altra stella caduta nel firmamento di Londra ed è quella di Mo Farah, che saluta la pista con un epilogo assolutamente inaspettato.

BOLT_24686096_163747

Mondiali atletica, clamoroso Bolt: infortunio e staffetta out

LE FINALI - Ha concluso la penultima giornata dei Mondiali di atletica la staffetta 4x100, dove appunto i riflettori erano puntati sugli uomini in gialloverde, oltre che ovviamente sui padroni di casa della Gran Bretagna: saranno proprio questi ultimi a strappare il prestigioso oro grazie al nuovo record nazionale di 37.47, seguiti dagli americani a 37.52 e dai giapponesi 38.04. Poi ci sono i caraibici di Bolt, non classificati nella griglia finale a causa del clamoroso infortunio che ha steso il campione sul viale del tramonto, evidentemente abbandonato anche dalla buona sorte oltre che dalla condizione dei giorni migliori.

L'altra finale shock di giornata è una ferita dolente per il pubblico di casa, che nei 5000 metri non ha potuto festeggiare l'ennesimo oro di Farah, all'ultima recita in pista prima del passaggio alla maratona: la spunta l'etiope Edris (13:32.79), mentre l'idolo locale almeno riesce a strappare l'argento all'americano ex keniano Chelimo (13:33.30) grazie a un tempo di 13:33.22. Dopo dieci trionfi consecutivi nei 5000 e 10000 metri sia nei Giochi Olimpici che nei Mondiali, si spezza l'incantesimo anche di Farah, intrappolato dalla strategia degli atleti africani. Solo secondo gradino del podio per la Gran Bretagna pure nella staffetta 4x100 femminile, che vede il trionfo delle statunitensi (41.82) proprio davanti alle padrone di casa (42.12) e alla giamaicane (42.19).

E' invece australiana la nuova regina dei 100 ostacoli e si tratta della Pearson, che grazie a un tempo di 12.59 batte l'americana Harper Nelson (12.63) e la tedesca Dutkiewicz (12.72). C'è solo Europa nelle ultime due finali di giornata: nel salto in alto femminile oro alla russa Lasitskene, che con il suo 2.03 regala il primo metallo più pregiato all'ANA, con l'argento che va al collo dell'ucraina Levchenko, ferma a 2.01, mentre il bronzo è della polacca Licwinko (1.99). Festa Ceca nel giavellotto maschile, dove però sul gradino più alto del podio sale il tedesco Vetter grazie al suo primo tentativo di giornata (89.89): completano il lotto medaglie Vadlejch (89.73) e il suo connazionale Frydrych, autore proprio in zona Cesarini di un 88.32 che gli vale il bronzo.

Mondiali atletica, programma del 13 agosto e orari tv

LE BATTERIE - E l'Italia? Le uniche tracce di azzurro di giornata arrivano dal turno di qualificazione della staffetta 4x400 femminile, che conferma la rassegna iridata nera per i nostri colori: il quartetto formato da Chigbolu-Spacca-Grenot-Folorunso mette a referto un 3:27.81 che per appena 22 centesimi non basta al raggiungimento della finale. Altra tessera di un puzzle assolutamente negativo in quel di Londra. Almeno per quanto riguarda la pista, dove l'Italia non è mai arrivata nelle prime otto al mondo.

BOLT2_24543394_230147

IL MEDAGLIERE (Oro-argento-bronzo e il totale)

1)USA 9 10 8 27
2)KENYA 3 1 4 8
3)POLONIA 2 2 3 7
4)ETIOPIA 2 2 0 4
4)GRAN BRETAGNA 2 2 0 4
6)SUD AFRICA 2 1 2 5
7)FRANCIA 2 0 1 3
8)ATLETI NEUTRALI AUTORIZZATI 1 3 0 4
9)GERMANIA 1 2 2 5
10)CINA 1 2 1 4
11)REPUBBLICA CECA 1 1 1 3
12)BAHRAIN 1 1 0 2
12)TURCHIA 1 1 0 2
14)GIAMAICA 1 0 3 4
15)OLANDA 1 0 2 3
16)VENEZUELA 1 0 1 2
17)NORVEGIA 1 0 0 1
17)BELGIO 1 0 0 1
17)GRECIA 1 0 0 1
17)NUOVA ZELANDA 1 0 0 1
17)AUSTRALIA 1 0 0 1
17)LITUANIA 1 0 0 1
23)COSTA D'AVORIO 0 2 0 2
24)BAHAMAS 0 1 1 2
24)UNGHERIA 0 1 1 2
26)UCRAINA 0 1 0 1
26)UGANDA 0 1 0 1
26)SVEZIA 0 1 0 1
26)COLOMBIA 0 1 0 1
26)MAROCCO 0 1 0 1
31)KAZAKISTAN 0 0 1 1
31)GIAPPONE 0 0 1 1
31)TANZANIA 0 0 1 1
31)TRINIDAD E TOBAGO 0 0 1 1
31)CROAZIA 0 0 1 1
31)QATAR 0 0 1 1
31)CUBA 0 0 1 1
31)PORTOGALLO 0 0 1 1

ASHLEY_24602903_143515