Tel Aviv, 30 novembre 2017 - Alla fine si è risolta la piccola crisi con Israele: "In seguito alla nostra richiesta alla direzione del Giro d'Italia, ci felicitiamo della sua rapida decisione di rimuovere la definizione di 'Gerusalemme ovest' dalle sue pubblicazioni ufficiali" riporta un comunicato ufficiale dei ministri Miri Regev (sport e cultura) e Yariv Levin (turismo).

"Ci rallegriamo dell'accordo raggiunto dal direttore generale del ministero della cultura e dello sport Yossi Sharabi con la direzione del Giro. In base ad esso la direzione del Giro e i suoi organizzatori verranno in Israele nei prossimi giorni per coordinare il tracciato e garantire che la gara si svolgerà come progettato dalla Torre di Davide e la Porta di Jaffa, e quindi da là attraverso Gerusalemme", hanno commentato i ministri Regev e Levin.

RCS Sport: "La dicitura Gerusalemme Ovest è stata subito rimossa da ogni materiale legato al Giro d'Italia 2018: tale dicitura era priva di alcuna valenza politica". 

In precedenza la definizione aveva rischiato di far saltare il finanziamento israeliano alle tre tappe del Giro d'Italia in Israele, con il conseguente annullamento dei tre traguardi. "Non c'è 'Gerusalemme Ovest', Gerusalemme è unita", è quanto avevano rivendicato In un comunicato congiunto i ministri Regev e Levin, che avvertivano "nella misura in cui nel sito del Giro non sarà cambiata la definizione che qualifica come punto di partenza 'West Jerusalem', il governo israeliano non parteciperà alla iniziativa". Sempre nella nota precisano: "Gerusalemme è la capitale di Israele: non vi sono Est e Ovest".

Il quotidiano filo-governativo Israel ha-Yom spiegava inoltre che del caso si era interessato anche il ministero per le questioni strategiche, sostenendo che "si tratta di pressioni di elementi filo-palestinesi, che vorrebbero sottolineare che Gerusalemme est non fa parte di Israele". Infine la decisione degli organizzatori del Giro d'Italia di rispettare la richiesta del governo israeliano, e i ringraziamenti per il dietrofront.

Tappe del Giro d'Italia (Afp)

TUTTE LE TAPPE DEL GIRO D'ITALIA 2018

1/a tappa venerdì 4 maggio: Gerusalemme-Gerusalemme, 9,7 km, cronometro individuale

2/a tappa sabato 5 maggio: Haifa-Tel Aviv, 167 km, pianeggiante

3/a tappa domenica 6 maggio: Bèer Sheva-Eilat, 229 km, pianeggiante

Lunedì 7 maggio riposo e trasferimento in Italia, in Sicilia

4/a tappa martedì 8 maggio: Catania-Caltagirone, 191 km, media montagna

5/a tappa mercoledì 9 maggio: Agrigento-Santa Ninfa, 152 km, pianeggiante

6/a tappa giovedì 10 maggio: Caltanissetta-Etna, 163 km, alta montagna

7/a tappa venerdì 11 maggio: Pizzo-Praia a Mare, 159 km, pianeggiante

8/a tappa sabato 12 maggio: Praia a Mare-Montevergine di Mercogliano, 208 km, media montagna

9/a tappa domenica 13 maggio: Pesco Sannita-Gran Sasso d'Italia, 224 km, alta montagna

Lunedì 14 maggio riposo

10/a tappa martedì 15 maggio: Penne-Gualdo Tadino, 239 km, media montagna

11/a tappa mercoledì 16 maggio: Assisi-Osimo, 156 km, media montagna

12/a tappa giovedì 17 maggio: Osimo-Imola, 213 km, pianeggiante

13/a tappa venerdì 18 maggio: Ferrara-Nervesa della Battaglia, 180 km, pianeggiante

14/a tappa sabato 19 maggio: San Vito al Tagliamento-Monte Zoncolan, 181 km, alta montagna

15/a tappa domenica 20 maggio: Tolmezzo-Sappada, 176 km, alta montagna

Lunedì 21 maggio riposo

16/a tappa martedì 22 maggio: Trento-Rovereto, 34.5 km, cronometro individuale

17/a tappa mercoledì 23 maggio: Riva del Garda-Iseo, 155 km, media montagna

18/a tappa giovedì 24 maggio: Abbiategrasso-Prato Nevoso, 196 km, media montagna

19/a tappa venerdì 25 maggio: Venaria Reale-Bardonecchia, 181 km, alta montagna

20/a tappa sabato 26 maggio: Susa-Cervinia, 214 km, alta montagna

21/a tappa domenica 27 maggio: Roma-Roma, 118 km, pianeggiante