Altri Sport

Poker di Fernando Gaviria. Il colombiano della Quick-Step ha vinto in volata la 13esima tappa del Giro d'Italia 2017, da Reggio Emilia a Tortona (167 chilometri). Una rimonta poderosa, quella di Gaviria, che negli ultimi 150 metri ha ripreso e superato a doppia velocità gli avversari. Secondo l'irlandese Sam Bennett (Bora), quindi il belga Jasper Stuyven e Roberto Ferrari. Fuori dalla top ten, invece, Jakub Mareczko. Gaviria è il primo colombiano nella storia a vincere quattro tappe nello stesso Giro d'Italia. Classifica generale invariata con Tom Dumoulin che resta in maglia rosa.

Ordine d'arrivo e classifica generale dopo la tappa di Tortona

LA TAPPA - La frazione è caratterizzata dalla prevedibile fuga di giornata: vanno via in 3, Pavel Brutt (Gazprom), Vincenzo Albanese (Bardiani Csf) e Matej Mohoric (Team UAE). Vengono ripresi a 22 chilometri dall'arrivo. Soffia vento laterale: il gruppo si spezza, squadre dei favoriti davanti per proteggere i capitani. Il plotone si ricompatta entrando a Voghera (con le case che riparano dall'aria). Si arriva, come prevedibile, in volata. Gaviria sembra bloccato nelle retrovie, poi spunta come un fulmine negli ultimi metri e arriva a braccia alzate. Domani si torna a salire, con l'arrivo al santuario di Oropa (Biella). 

BARDIANI - Nel frattempo, la Bardiani-Csf ha annunciato il licenziamento dei due corridori trovati positivi ai controlli antidoping all'immediata vigilia del Giro. "In relazione alla comunicazione ufficiale dell'UCI che conferma la positività delle controanalisi a cui sono stati sottoposti i campioni B di Stefano Pirazzi e Nicola Ruffoni - si legge nella nota del Team -, la Bardiani-CSF comunica di aver immediatamente avviato l'iter per il licenziamento di entrambi gli atleti, come previsto dal regolamento sanitario del team, parte integrante del contratto siglato da tutti i corridori in organico". La Bardiani-CSF "si riserva altresì la facoltà di avviare azioni legali nei confronti di Pirazzi e Ruffoni al fine di tutelare la propria immagine di squadra e quella dei propri sponsor".

Sport Tech Benessere Moda Magazine