Altri Sport

Vincenzo Nibali centra l'impresa al Giro di Lombardia 2017. Lo Squalo del Team Bahrain si aggiudica per la seconda volta la classica delle foglie morte, bissando il successo del 2015. Nibali arriva in solitaria sul Lungo Lago di Como al termine di una cavalcata trionfale, a braccia alzate e mostrando il 5 con lo zero, segno della 50esima vittoria in carriera. Uscito con una microfrattura dalla Vuelta, lo Squalo ha messo nel mirino il Lombardia e lo ha azzannato, annichilendo i rivali. Alle sue spalle Julien Alaphilippe a 32 secondi, quindi Gianni Moscon che chiude terzo a 38 secondi regolando un gruppetto  con Alexis Vuillermoz, quarto Thibaut Pinot (quinto), poi Domenico Pozzovivo, sesto e Fabio Aru,settimo. Completano la top 10 dell'ordine d'arrivo Mikel Nieve Nairo Quintana e Sergei Chernetski. "Bellissima vittoria, squadra perfetta con Visconti e mio fratello che hanno fatto un grandissimo lavoro", dice Nibali dopo l'arrivo ai microfoni Rai

I momenti clou. Emozioni a non finire al Lombardia 2017. La corsa esplode sul Civiglio, penultima salita di un percorso durissimo. Fra i primi a provarci Thibaut Pinot, poi attacca anche Gianni Moscon. Il gruppo si fraziona, restano solo i big a ricucire. Si muovono Quintana, Uran, Pozzovivo e Diego Rosa. Fatica, ma non molla Fabio Aru. Lo scatto decisivo lo piazza però Vincenzo Nibali a 17 chilometri dall'arrivo: riprende Pinot, rimasto da solo dopo una serie di allunghi, lo sfianca per poi mollarlo in discesa, dopo poche curve. Lo Squalo arriva sull'ultimo strappo del San Fermo della Battaglia con 15 secondi sul francese della Française de Jeux e 40 sul gruppo dei migliori. Il vantaggio aumenta man mano che la rampa si fa più dura: Nibali scollina con quasi 40 secondi su uno stremato Pinot e poco meno di 50 su Alaphilippe, Aru, Rosa e la decina di big rimasti all'inseguimento. Quindi la planata trionfale verso Como, con l'arrivo a braccia alzate. In precedenza, da segnalare la terribile caduta del belga della Quick Step, Laurens De Plus, a meno di 40 chilometri dall'arrivo. Un volo tremendo, col ciclista che perde il controllo della bici in discesa, finisce oltre il guard rail e vola nel vuoto. Sono attimi di paura, quindi il tweet della Quick Step che rassicura appassionati (e parenti): "Abbiamo parlato con lui, non ha ferite serie e sta andando in ospedale per accertamenti. Grazie per i vostri pensieri e le vostre preghiere". Insieme a De Plus sono finiti a terra in tre (Bakelants, Petilli e Martinez): dalle prime informazioni nessuno sembra aver riportato ferite gravi.

Sport Tech Benessere Moda Magazine