Baku, 1 ottobre 2017 – Serbia campione d’Europa di volley. Questo è il responso della finale femminile disputata oggi a Baku in cui le serbe hanno avuto la meglio su una comunque splendida Olanda che non trova il bersaglio grosso ma si consolida tra le migliori nazioni del continente. Risultato finale di 3-1 (25-20, 25-22, 18-25, 25-18).

Secondo oro della storia per la Serbia dopo quello del 2011, in una partita sostanzialmente comandata tranne che nel terzo parziale. Subito break in avvio di primo parziale con una Boskovic spaziale in schiacciata e Pusic fenomenale in ricezione. Presto si arriva ai set point che la Serbia non si fa scappare. Stesso copione nel secondo set, alle olandesi manca l’incisività di una Sloetjes sottotono e tocca a Plak e Balkenstein tenerle in scia, ma Boskovic non perdona e con un muro e una schiacciata trova i due punti decisivi per il 25-22. Nel terzo parziale le serbe si rilassano un po’ troppo, rifiatano e le avversarie scappano sfruttando percentuali migliori in ricezione e attacco. Si fa presto ad arrivare al 25-18. Ma la Serbia si riaccende subito nel set decisivo, soprattutto lo fa Boskovic che trascina letteralmente le sue compagne e nel finale piazza una schiacciata mancina che tramortisce le orange. E’ festa Serbia, partita tra le outsider, la squadra di Terzic si è invece issata sul tetto d’Europa grazie ad una solidità difensiva degna di nota e di una grande campionessa in attacco. L’Olanda chiude un grande europeo in seconda piazza, terza la Turchia che nella finalina ha sconfitto l’Azerbaigian.