Bologna, 3 ottobre 2017 - Ora Miriam Sylla spera in una interruzione della sospensione per doping. La Fivb ha preso questo provvedimento nei confronti di Ana Antonijevic, sospesa per la positività al clenbuterolo durante le finali del Grand Prix 2017, perché è stato dimostrato che l'atleta era stata contaminata dal consumo di carne a Nanjing durante il torneo.

Per lo stesso motivo è stata sospesa poco dopo anche l'azzurra Miriam Sylla, che ha dovuto dunque saltare gli Europei, ma questa decisione della Fivb apre di nuovo importante speranze. Se Antonijevic a breve potrà tornare a giocare per il suo club, il Lugano, lo stesso può accadere a Sylla, se anche nel suo caso venisse dimostrata la contaminazione da carne e quindi non un utilizzo spontaneo del clembuterolo.