Bologna, 6 dicembre 2017 - Una prossima candidatura olimpica italiana dopo la disfatta di Roma 2024? E' presto per parlarne, prima serve un nuovo Governo con idee chiare. Dopo il ritiro di Roma, il presidente del Coni Giovanni Malagò non ha intenzione di sbottonarsi prima che la politica italiana non si sia assestata.

Qualsiasi ipotesi di candidature per le Olimpiadi fino a che non ci sarà un nuovo governo che sa quello che vuole non è possibile. Dopo se ne può parlare ma non ora - ha affermato il presidente del Coni, Giovanni Malago a Castiglion Fiorentino nel corso di una premiazione - La situazione dello sport italiano è complicata ma ci sono state molte affermazioni anche durante questo anno. La forza sta nelle 144mila associazioni sportive ed è impressionante quanto queste scuole di sport riescano a fare nelle più svariate discipline".