Roma, 5 gennaio 2017 - Squadra che vince non si cambia. Se Hollywood ha maturato una certezza è che i supereroi al botteghino non falliscono (quasi) mai. Anche nel 2017, dunque, aspettatevi un’invasione di giustizieri in calzamaglia targati Marvel e Dc. Del resto, l’oggettivo miglioramento degli effetti speciali e la cura per le sceneggiature, più complesse e capaci di dipanarsi in varie pellicole interconnesse, hanno compiuto un miracolo di incassi, trascinando al cinema sia i vecchi appassionati dei fumetti sia i nuovi adepti, che hanno imparato a conoscere i loro beniamini da film e videogiochi.

Proprio dal mondo dei games arriva infatti la prima pellicola Warner che approderà sugli schermi a febbraio: “Lego Batman – Il film” (uscita prevista il 20 febbraio). Curiosa crasi tra i mattoncini danesi e il crociato incappucciato che ha generato almeno tre videogames per piattaforme, coinvolgendo giocatori di tutte le età, il lungometraggio di animazione vedrà una versione deformata, più innocua e umoristica, del pantheon batmaniano, col Joker in prima fila. Se volete qualcosa di più dark, bisognerà aspettare il 2 marzo, giorno del debutto di “Logan”, terzo capitolo della saga di Wolverine, l’ultimo – a meno di ripensamenti – con protagonista Hugh Jackman. La storia si ispira a “Old Man Logan”, truce e violenta saga ambientata in un futuro alternativo dove i supereroi sono decimati e l’artigliato canadese, invecchiato, mette in atto una feroce vendetta. Dopo il trascurabile “Wolverine – L’immortale” (2013), Jackman vuol chiudere in bellezza la sua esperienza mutante: i fan ci credono. Più leggero si annuncia “Guardiani della Galassia 2”(in calendario per il 25 aprile): la scanzonata banda di avventurieri e alieni (con tanto di procione parlante), a sorpresa secondo incasso assoluto al botteghino nel 2014, s’imbarca per scoprire la verità sul padre del loro capo Starlord. Aspettatevi dialoghi serrati, musica vintage e scontri spaziali.

«Potere. Grazia. Saggezza. Meraviglia» è lo slogan dell’unico film “al femminile” del gruppo: “Wonder Woman”. L’Amazzone amica di Superman e Batman sarà protagonista di un lungometraggio girato da Patty Jenkins, già regista di “Monster”, storia cruda con cui un’ingrassata Charlize Theron aveva conquistato un meritato Oscar. Jenkins torna dietro alla macchina da presa per raccontare, spiega, «una storia di formazione ambientata durante gli orrori della prima guerra mondiale». L’ambientazione dovrebbe essere il punto forte della pellicola: Wonder Woman avrà ancora il volto di Gal Gadot.

Il 6 luglio, poi, nuova linfa alla saga dell’Arrampicamuri con “Spider-Man: Homecoming”. Dopo l’apparizione nell’ultimo Avengers, infatti, il “bimbo-ragno” troverà in Tony Stark-Iron Man (Robert Downey Jr) il mentore che cercava da tempo. Accantonato il poco amato Andrew Garfield, i fan ripongono le loro speranze nel 19enne Tom Holland, novello Peter Parker, e soprattutto in un Michael Keaton che, nei panni dell’Avvoltoio, promette scintille. La grande novità è che il film è pienamente inserito nella continuity del Marvelverse grazie a un accordo con la Sony.

La Marvel-Disney chiude l’anno con “Thor: Ragnarok”, terzo capitolo dedicato al Dio del Tuono (previsto per il 25 ottobre). Il biondo Dio non sarà solo: appariranno anche Hulk (Mark Ruffalo) e il Doctor Strange (Benedict Cumberbatch). L’ultima parola nel 2017 (negli Usa è atteso il 15 novembre) spetta però alla Dc-Warner, che si gioca tutto con “Justice League”, dove Batman (Ben Affleck) tornerà insieme a Superman, Wonder Woman, Aquaman, Flash e Cyborg in un cinecomic che riprende le fila narrative di Batman vs Superman (2016), sempre sotto la regia patinata di Zack Snyder. Una prova che il regista di “300”, che ha sempre diviso il pubblico, non può fallire.