Per capire come il mondo non funzioni, basta ascoltare i latrati degli assistenti di bordo sull’aereo: in vista del l’atterraggio, ti impongono di reinserire le cinture di sicurezza e rialzare gli schienali dei sedili che hanno, peraltro, un movimento di circa tre centimetri. Il richiamo non corrisponde alla necessità, ma all’imperio delle regole diventate una violenza, non alla libertà dei cittadini (pensiamo a patente a punti e autovelox) ma alla logica. Per quale emergenza reale, spostare lo schienale di tre centimetri può essere utile? Stiamo atterrando, il pilota appoggia il carrello sulla pista senza traumi, noi siamo ancora vivi. Le misure di sicurezza non sono servite a nulla. La voce latrante ha continuato a dire sciocchezze in nome delle regole. 
 

@VittorioSgarbi