Latina, 9 ottobre 2016  - Il figlio di Nichi Vendola e del compagno Eddy Testa, Tobia, è stato battezzato ieri nella chiesa di San Michele a Suio, frazione termale di Castelforte (Latina), di cui Testa è originario. 

La cerimonia è stata strettamente personale, con poche persone presenti. La famiglia dell'ex governatore della Puglia ha scelto di vivere lontano dai riflettori proprio a Castelforte. 

Tobia è nato grazie all'utero in affitto in America, tecnica non permessa in Italia, dal seme del padre, Eddy Testa, e da una donna americana di 29 anni. La scelta ha provocato forti polemiche nel mondo politico e non. Oggi il piccolo ha circa sette mesi.

Pochi giorni fa , in esclusiva su "Chi", erano state pubblicate le immagini del fondatore di Sel, con il compagno e il figlio Tobia Antonio. Vendola al settimanale aveva confidato: "Siamo felici, ma anche un po' stanchi". 

L'ex governatore della Puglia si sta dedicando anima e corpo al piccolo, tanto da ritardare il ritorno a tempo pieno alla politica attiva. Il compagno Eddy Testa invece è già tornato al suo lavoro di creativo.

Gli amici e i fedelissimi un stupiti dal Vendola versione papà confidano, un po' preoccupati: "Sarà difficilissimo staccarlo da quel bambino".