Asti, 30 novembre 2017 - Il tema è quello caldo dello ius soli e lo scontro stavolta è tra Matteo Renzi e Fabio Volo. Uno scambio di battute acide e un momento di tensione con lo show man che abbandona polemicamente il segretario del Pd. Ma poi si scusa su twitter. È quanto accaduto, secondo quanto riferito da alcuni presenti, alla Fondazione Mirafiore di Serralunga d'Alba, dove il segretario Pd è arrivato a sorpresa, da Oscar Farinetti, impegnato a presentare l'ultimo libro di Volo, davanti a centinaia di persone. Volo ha pressato il segretario dem a votare la legge sulla cittadinanza, così come ha fatto con Silvio Berlusconi nel back stage di "Che Tempo che fa".

Ma le risposte dell'ex premier non hanno soddisfatto Volo che con un gesto impulsivo ha abbandonato la platea dicendo: "Non posso essere io a difendere lo Ius Soli. Non capisco perché la presentazione di un libro si debba trasformare in un comizio politico". Poco più tardi il messaggio conciliante su twitter: "Mi spiace - cinguetta Volo - per questa sera, non era nulla di personale nei confronti di Renzi. Ci siamo ritrovati in una situazione che ho gestito male. Sorry".