Genova, 17 marzo 2017 - Marika Cassimatis, la candidata a sindaco di Genova 'scomunicata' da Beppe Grillo, è una insegnante, ha 53 anni e due figli. Si è laureata in Scienze Politiche e Geografia, e ha un dottorato in Scienze geografiche. Parla inglese, francese e greco moderno. Dal 2001 insegna geografia all'Istituto Tecnico Commerciale Statale Rosselli di Genova Sestri Ponente. 

È attivista del M5S dal novembre 2012. E' stata candidata con i grillini sia alle europee del 2014 sia alle regionali del 2015. Martedì scorso ha vinto le comunarie: alla votazione online hanno partecipato 700 iscritti certificati. "C'è stato un voto democratico degli attivisti genovesi e quindi siamo curiosi di capire cosa è successo", ha sottolineato la Cassimatis, che ha ricevuto 362 voti, mentre il suo antagonista Luca Pirondini, 36 anni, musicista, ritenuto vicino ai vertici del Movimento, ne ha avuti 338.

Ma la vicinanza a Paolo Putti e agli altri fuoriusciti dal Movimento non è andata giù ai pentastellati dell'ala Beppe Grillo-Alice Salvatore. 

"Sono in attesa di un chiarimento rispetto alle affermazioni che sono state fatte sul blog con quel post a firma di Beppe Grillo e poi faremo le nostre valutazioni perché è stato interrotto un percorso che era ormai concluso", spiega la Cassimatis che ha ricevuto "la solidarietà di vari attivisti del movimento che come me non riescono a capire cosa sia successo".