Roma, 2 gennaio 2018 - Ma come, proprio adesso che stavate per raggiungere un quarto di secolo di matrimonio? E invece, sì. È vero. La ‘coppia nera’ è giunta al capolinea: Gianni Alemanno – ricordato per non eccelse prestazioni come sindaco della Capitale – e Isabella Rauti, figlia di uno degli storici leader dell’ultradestra italica, Pino, si lasciano. A dire il vero, con puntiglio di storici del presente, ricordiamo al lettore che Isabella e Gianni già avevano avuto un momento di pausa. Di sette anni. Ma la crisi era rientrata. Crisi... Lui aveva le chiavi di casa. E poi, diciamola tutta: in quel caso ebbero un peso enorme le terme di Fiuggi. Con Gianni che optò per Gianfranco Fini e Isabella per il padre con la sua ruggente Fiamma Tricolore. Poi, Isabella si riavvicinò ad An proprio in quella sezione di via delle Medaglie d’Oro nella un tempo nerissima Balduina a Roma che l’aveva vista tosta militante nel Fronte della Gioventù. Ora, l’addio. Privato e politico: lei con la Meloni, lui con Storace (e Salvini). Sicuro: si mollano. Ma non barcollano.