Milano, 7 febbraio 2017 - "Tra presidenti delle quattro principali fashion week del mondo Milano, Parigi, Londra e New York ci siamo incontrati di recente ma non sarà facile trovare un accordo sui Calendari e le modalità delle sfilate. Non è facile mettere d'accordo quattro paesi e quattro identità. Comunque insisteremo", dice Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana presentando stamani a Palazzo Marino la prossima edizione di Milano Moda Donna dal 22 al 27 febbraio con le collezioni per l'inverno 2017-2018.

"Perché Milano avrebbe bisogno di un giorno in più ma è strizzata tra Londra e Parigi", continua Capasa che annuncia 70 sfilate, 88 presentazioni, 4 presentazioni su appuntamento e 37 eventi nel Calendario di CNMI, per un totale di 174 collezioni, con tanti défilé off. "Per la prima volta sfila in Italia il cinese Xu Zhi ospite di Giorgio Armani che generosamente sostiene i giovani talenti-continua Carlo Capasa e debuttano anche Annakiki, Calcaterra, Situationists supportato da White oltre alla sfilata di Angel Chen all'interno del progetto con Mercedes Benz. E poi la bella notizia di Vionnet che lascia Parigi per venire a sfilare a Milano".

Stavolta e sempre grazie al protocollo d'intesa col Comune di Milano oltre alla Sala delle Cariatidi ci sarà una nuova location prestigiosa come lo Spazio Cavallerizze al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia. Mentre il Fashion Hub sarà sempre all'UniCredit Pavillon dove ci sarà anche il quartiere generale di Milano Moda Donna. Non di troppo alto spessore gli eventi collaterali e culturali. Grande festa invece per i 40 anni di Blumarine con tanto di libro dedicato al lavoro di Anna Molinari, curato da Maria Luisa Frisa. Al tavolo della conferenza insieme a Capasa l'assessore alle politiche per il lavoro, attività produttive, moda e design Cristina Tajani che dopo un minuto di silenzio ha ricordato come questa fashion week femminile sia la prima senza Franca Sozzani. "A settembre prossimo Milano vivrà un grande momento con la presenza contemporanea di tutte le fiere del settore - dice Tajani - e la capacità attrattiva di Milano crescerà ancora. E poi in questi anni la città con la moda è diventata policentrica". Infine Capasa ha anche detto che il 22 febbraio annuncerà un evento molto importante.