Sfilate

Milano - Miuccia Prada si concentra completamente sull'uomo per la collezione dell'estate 2018 e come per divertimento la distingue con una passerella che inneggia alla bellezza dei cappotti sartoriali, "perché tutti viaggiano e magari vanno nei posti dove l'estate non c'è", dice la stilista che ha colto un bel successo di applausi nella sala della sede di via Fogazzaro trasformata dallo studio AMO e 2X4 come un grande racconto a fumetti coi disegni quasi naif di Ollie Schrauwen e James Jean.

"In vita mia prima di ora non avevo mai posto attenzione ai fumetti - spiega Miuccia - ora invece mi sono avvicinata a questo mondo semplice, che inizia dal disegno a matita, e che mi piace per la sua verità. Ho pensato ai fumetti come in contrapposizione alla realtà virtuale che non so dove ci porterà".

Ed ecco l'uomo Prada vestito con le strisce sulla tuta, sulle camicie, sui pantaloni che sembrano quelli che Tintin usa per andare in bicicletta, fermati da un velcro alla caviglia e sfoggiati sotto sandali austeri con tanto di calzini. Fumetti come storie dentro la storia, come disegno fatto a mano a matita, "per una moda maschile più umana" dice la stilista che ha messo l'acceleratore sulle linee per uomo "che non vanno trascurate, non fosse che per il business". Materiali naturali come il cotone e anche tanto nylon che è nel Dna di Prada, forme più normali, camicie col collo a punta spalancato sulle giacche.

di EVA DESIDERIO

Sport Tech Benessere Moda Magazine