Hai una cena di lavoro e non sai come vestirti? Una serata con il tuo fidanzato e vuoi essere elegantissima? O ancora un matrimonio e ti sembra di sprecare i soldi ad acquistare l’ennesimo abito che poi non rimetterai? La soluzione ce l’ha Rent the Runway: scopriamo insieme cosa si è inventata questa società statunitense.

NON ABBIAMO PIÙ BISOGNO DI ACQUISTARE

Comprare abiti a ogni stagione, riempire gli armadi di capi che indossiamo magari un paio di volte per poi riporli in un angolo remoto della casa, dimenticandocene: a quante donne succede? Molte. Lo spreco ormai è all’ordine del giorno e la moda fast, ovvero quella che propone capi a piccoli prezzi (e altrettanta bassa qualità), ne è la dimostrazione. La stessa convinzione guida Rent the Runway, che ritiene che i consumatori non abbiano più necessità di possedere i loro abiti, così come non sentono più il bisogno di possedere copie fisiche dei film, come dimostra il successo di Netflix.

RENT THE RUNWAY: QUATTRO CAPI AL MESE IN AFFITTO
Sfidando Zara e H&M, Rent the Runway propone un modello rivoluzionario di shopping: sarà infatti possibile noleggiare abiti e accessori, grazie a un abbonamento da 89 dollari al mese. A questa cifra si potranno scegliere quattro capi per 30 giorni, tra vestiti, borse e scarpe. I capi selezionati sono recapitati direttamente a casa, freschi di lavanderia e con l'etichetta già allegata, così da poterli rispedire al termine del mese senza costi in più. Un nuovo modo per strappare clienti ai colossi della moda? Sicuramente, per le donne poter sfoggiare una borsa di marca a una serata con le amiche, senza acquistarla a caro prezzo, è un incentivo non indifferente. Voi provereste un servizio di questo tipo?

Leggi anche:
- Pioggia e capelli: come evitare un disastro?
- Ikigai, la via giapponese alla felicità
- Un bicchiere di rosso al giorno fa bene alla salute