Moda

A 49 anni dall'uscita del film girato da Roger Vadim con Jane Fonda in abiti spaziali di Paco Rabanne, ecco che Lady Gaga gioca a rifare Barbarella alla sua maniera piena di eccentricità volteggiando e cantando agitatissima al Super Bowl di Houston. Stavolta la "dea del rock" è vestita da Atelier Versace, per tutti i favolosi cambi di scena dello show che ha incantato non solo gli americani e perfino Donald Trump, dunque una firma italianissima con il tocco creativo di Donatella Versace, Boleri di ali di pelle bianca tutti trapuntati di borchie stellari e tuniche e corpetti d'argento nella mitica maglia di acciaio creata per le passerelle uniche e indimenticabili di Gianni Versace: così Donatella ha immaginato per Miss Germanotta il nuovo look da Barbarella 2017, tra mascherine di glitter sugli occhi, ciglia XXL e labbra di fuoco. Sempre presenti e tempestatissimi di cristalli Swarovski gli stivali su short e minigonne di scena. 

Ma la star che ha esordito cantando "Good Bless America" e poi si è buttata dal tetto dello NGR Stadium come se niente fosse ha lanciato durante la soirèe, e in tono molto più chic, anche la nuova campagna pubblicitaria che la vede protagonista per Tiffany & Co. con la linea di gioielli Tiffany City HardWear in oro giallo, con gli scatti di Hanna Besirevic che ha ripreso Lady Gaga in bianco e nero, con un intenso ritratto davanti allo speccio e i capelli all'indietro e delicatissima accanto al suo cane. 

Questo è un nuovo corso per la maison di alta gioielleria che ha da poco cambiato il direttore creativo e il Ceo: a Francesca Amfitheatrof che ha lasciato la direzione artistica di Tiffany & Co. a gennaio subentra Reed Krakoff che arriva da Coach, e cambio della guardia anche nel management con l'addio dopo sei anni di Frederic Cumenal (che per 15 anni è stato in LVMH) sostituito temporaneamente alla guida del brand da Michael Kowalski. Negli ultimi mesi le vendite dei gioielli che tanto piacevano a Audreay Hepburn bellissima davanti alle vetrine della boutique del mito nella Fifth Avenue di New York hanno subito un calo del meno 2%, con punte del meno 14% proprio del negozio-faro di NY forse troppo vicino nei mesi di novembre-dicembre alla contestatissima e blindatissima Trump Tower.

di EVA DESIDERIO

Sport Tech Benessere Moda Magazine