Moda

Parigi. Un campo da gioco dentro le Tuileries, nel giardino della corte francese per festeggiare con qualche mese di anticipo gli 85 anni di continui successi del marchio Lacoste, con il logo del mitico coccodrillo reinventato dallo studio di grafica e designM/M Paris.Aria sana, sfilata solare, Tutta un'altra aria, solare in vista di questo importante anniversario che cade nel 2018,  dopo 14 anni di sfilate a New York si  torna a sfilare a casa, a Parigi, dove tutto è cominciato col genio di un campione come Renè Lacoste nel 1933 con la prima camicia bianca di jersey col mitico coccodrillo. Un campo da gioco gioioso è la passerella per la collezione dell'estate 2018 disegnata con un allegro miscuglio di codici e colori da Felipe Oliveira Bapstista, che ha rinnovato Lacoste da settembre 2012. Novecento invitati è un bel concerto live ad accompagnare lei è lui in tute attuali è molto giuste nelle proporzioni, parka supersegreti, maglieria curata e tecnicamente innovativa. Applaude Novak Djokovic nuovo testimonial di Lacoste al passaggio dello chemisier di seta con stampe di coccodrilli e palline da tennis. Il brand va a gonfie vele, il turnover 2016 a livello globale è di circa 2 miliardi di euro, il miglior mercato resta la Francia, poi l'America e non se la cava male l'Italia, per merito della distribuzione affidata da sempre a Colmar Lacoste Manifattura Mario Colombo &C S.p.A di Moza. "In Italia abbiamo chiuso il 2016 con un fatturato aggregato di 45 milioni di euro - spiega Stefano Colombo, direttore marketing e vendite per l'Italia di Lacoste - e abbiamo 27 boutique di cui 14 di proprietà e 13 in franchising, con 75 corner. E la cosa interessante è che con la nuova distribuzione siamo anche nei multibrand".

dall'inviata EVA DESIDERIO

Sport Tech Benessere Moda Magazine