La città di Tallin, antico porto anseatico, ha un centro storico di una bellezza che lascia senza fiato e non a caso è diventato un patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Ma da qualche tempo a questa parte i viaggiatori hanno un motivo in più per visitare la capitale dell'Estonia: è infatti il cuore pulsante della nuova cucina nordica, caratterizzata dalla valorizzazione degli alimenti locali, dalla stagionalità dei menù e da un rapporto qualità/prezzo più che ragionevole.

LA NUOVA CUCINA NORDICA DI TALLINN
Gran parte degli chef estoni si è formata seguendo le orme dell'ormai leggendario Noma di Copenhagen, il ristorante tristellato e premiatissimo di René Redzepi, colui che per primo ha imposto l'uso di ingredienti rimasti fuori dall'alta cucina internazionale, quelli appunto offerti dalla natura norvegese. Forti di questo insegnamento, gli chef estoni si sono guardati attorno in cerca d'ispirazione e l'hanno trovata nelle foreste che coprono il 90% dell'Estonia, oltre che nelle acque del Mar Baltico su cui si affaccia. Il risultato sono piatti spesso a base di pesce e selvaggina (spesso affumicato, essiccato o sotto sale) e prelibatezze locali come le carote baby, le bacche di spina di mare oppure l'olio di colza aromatizzato all'erba cipollina.

OTTIMO RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO
A differenza del Noma di René Redzepi, che garantiva una cena straordinaria con un conto altrettanto fuori dalla norma, i ristoranti di Tallinn offrono menù decisamente più alla mano, nonostante la qualità delle materie prime e l'abilità nel cucinarle. La ragione è semplice: l'Estonia non ha una classe media particolarmente sviluppata e di conseguenza le persone che possono permettersi una cena costosissima sono troppo poche per mantenere aperti i ristoranti. I migliori locali di Tallinn offrono menù con portate principali che si aggirano fra i dieci e i venti euro; una cena completa può facilmente restare al di sotto dei sessanta euro.

I MIGLIORI RISTORANTI DI TALLINN
I posti dove assaggiare la nuova cucina nordica non sono molti e a conti fatti stiamo parlando di un movimento ancora piuttosto piccolo, nonostante sia quotatissimo dagli esperti. I ristoranti che più spesso tornano nei racconti di viaggiatori enogastronomici sono sostanzialmente cinque: Leib Restoran, BaoJaam, Noa, Kaks Kokka e Mon Repos.

Leggi anche:
- Melbourne è la città più vivibile al mondo
- Ecco il viaggio in treno più buono al mondo
- Scozia, patria della mountain bike