L’”operazione prima neve” è al via: le previsioni meteo promettono fiocchi bianchi a iosa ma le stazioni sciistiche della Penisola non si fanno certo trovare impreparate. In questi giorni aprono gli impianti!
Ecco un po’ di idee per chi non vede l’ora di mettere gli sci o preparare la “tavola” o semplicemente inforcare le ciaspole in luoghi fra i più belli d’Italia.

Alpe di Siusi - Seiser Alm

La neve ha baciato le Dolomiti (Patrimonio Mondiale UNESCO) tingendo di bianco l’imponente Sciliar. L’aria ad alta quota è pungente al punto giusto. E tra le località dell’area vacanze Alpe di Siusi - Seiser Alm, immerse già nell’atmosfera del Natale, tutto è pronto per una stagione sciistica coi fiocchi. La data di apertura degli impianti è il 6 dicembre 2017, quando le vette dolomitiche saranno percorse da sciatori ed appassionati che approfitteranno della neve per vivere i giorni di vacanza del Ponte dell’Immacolata. Se le nevicate hanno già reso le piste perfette, non manca il sistema di innevamento artificiale, che in linea con l’anima ecologica dell’area vacanze Alpe di Siusi – Seiser Alm, si alimenta solo con corrente Green Energy, così come avviene per gli impianti di risalita. Gli amanti degli sport invernali potranno divertirsi fino all’8 aprile 2018, tra 60 km di piste di discesa, 80 km di tracciati di sci da fondo, 7 piste di slittino, 60 km di sentieri invernali da percorrere tra bellissimi paesaggi a piedi o con le ciaspole, il Laghetto di Fiè ghiacciato per praticare pattinaggio, e l’Alpe di Siusi Snowpark, proclamato il migliore d’Italia. Novità del 2018 è la pista da sci “race”, una pista nera dedicata ai professionisti che scende dal monte Bullaccia, con una lunghezza di 1337 metri ed una pendenza massima del 58%. Ma la neve all’Alpe di Siusi non è solo moderne e panoramiche piste. Per tutta la stagione, infatti, ci sono tanti eventi speciali a cui partecipare. Come il Festival invernale per bambini con la Strega Nix, che torna il 9 dicembre per il terzo anno consecutivo. Una grande festa, a Compaccio, in cui i piccoli apprendisti impareranno a sciare, sbizzarrendosi tra giochi, caccia al tesoro, musica e tante sorprese. Tante le emozioni da vivere e gli eventi straordinari, da scoprire su www.seiseralm.it

Alta Badia

In Alta Badia la prima neve va di pari passo con la gastronomia. Sono infatti tanti gli appuntamenti gastronomici anche sulle piste dell’Alta Badia, a partire dal classico Gourmet Skisafari che, domenica 10 dicembre, darà l’avvio ufficiale alla stagione. Durante la manifestazione, gli chef stellati del territorio proporranno la loro cucina in quota, in baite e rifugi che si affacciano sui tracciati. Quest’anno il fil rouge sarà rappresentato dalla memoria, con piatti che vogliono ricordare i sapori e i profumi dell’infanzia degli stessi chef, ispirandosi alle ricette tradizionali di diverse regioni d’Italia. Parteciperanno Norbert Niederkofler del Ristorante St. Hubertus (Club Moritzino), Nino Graziano del Ristorante Semifreddo (all’Ütia Bamby), Alberto Faccani del Ristorante Magnolia (all’Ütia I Tablá), Giuseppe Biuso del Ristorante Il Cappero (Las Vegas Lodge), Nicola Laera del Ristorante La Stüa de Michil (Ütia de Bioch), Matteo Metullio del Ristorante La Siriola (Piz Arlara) e Francesco Baldissarutti del Ristorante Perbellini (Ütia Col Alt). Domenica 25 marzo 2018 sarà la volta invece di De dl vin - Wine Skisafari, una degustazione in quota dei migliori vini e spumanti altoatesini, in collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige. Da non perdere anche la Colazione tra le vette, seguita da una bella sciata sui tracciati appena battuti o da un’ adrenalinica discesa in neve fresca (si sale con il gatto delle nevi prima dell’apertura degli impianti, vari appuntamenti durante la stagione). 
Da ricordare poi che il  circo bianco si riunisce tradizionalmente in Alta Badia prima di Natale per le gare di Coppa del Mondo di Slalom Gigante (17.12.2017) e Slalom Gigante Parallelo in Notturna (18.12.2017). Per gli appassionati di sci è l’atteso momento per applaudire i propri beniamini al foto-finish, ma anche l’occasione di un primo weekend sulla neve. Le piste del comprensorio Alta Badia, parte del carosello Dolomiti Superski, durante il fine settimana di Coppa del Mondo saranno infatti tutte accessibili, ad eccezione della pista di gara Gran Risa. Da quest’anno, poi, chi vuole seguire le competizioni dal vivo senza però rinunciare a sciare può approfittare del Combi-Ticket, che offre il 20% di sconto sul biglietto per le competizioni a chi avrà già acquistato lo skipass, sia per la giornata di domenica, che per il lunedì. Per gli sciatori sarà inoltre a disposizione un transfer in motoslitta per raggiungere direttamente la zona parterre, dove sarà presente anche un deposito sci. Lo skipass giornaliero, abbinato all’ingresso gare, parte con lo sconto da 55€ a persona/adulto.
I primi weekend sulla neve sono anche il momento ideale per testare l’attrezzatura da sci.  Al villaggio- evento Test the Best, al Piz Sorega di San Cassiano, sarà possibile provare gratuitamente le novità dei migliori produttori in fatto di sci, scarponi ed equipaggiamento tecnico, sia nella giornata di domenica 17, che di lunedì 18 dicembre.

Valle Isarco

In Valle Isarco (Alto Adige) la stagione sciistica entra nel vivo, nelle 5 stazioni sciistiche Ladurns, Racines-Giovo, Vipiteno-Monte Cavallo in Alta Valle Isarco, Gitschberg-Jochtal (Maranza-Valles), dove quest’anno è stata aperta una nuova pista da slittino dalla Gitschhütte fino alla stazione intermedia della cabinovia Nesselbahn, e Plose, entrambe nel circuito Dolomiti Superski. Tutte le località hanno le loro specificità e caratteristiche molto favorevoli che ben si integrano fra loro: altitudine ed esposizioni ideali, sole, apertura panoramica, ampi plateau per lunghe piste facili, ma anche piste impegnative, aree protette e separate con fun park per bimbi e scuole sci specializzate e certificate, prezzi ragionevoli, decine di baite con gastronomia di alta qualità ecc. Ma andare a sciare oggi non è solo divertirsi su e giù per le piste, è un’esperienza più completa che permette di approfondire gli aspetti più autentici del territorio. Anche d’inverno, si può scoprire l’anima più profonda della Valle Isarco, attraverso i suoi tesori agroalimentari e l’esperienza dei suoi produttori.
Si scia tutto il giorno sulle piste di Ladurns in compagnia di una guida locale, che darà qualche suggerimento tecnico, ma soprattutto racconterà qualcosa della valle (la val di Fleres, laterale dell’Alta Isarco all’altezza di Colle Isarco).
A Monte Cavallo, l’area sciistica sopra Vipiteno, si parla dello yogurt ottenuto da latte fresco di montagna. Si ‘scia con gusto’ anche a Racines Giovo, girovagando fra malghe e rifugi ciascuna con specialità e ricette pensate per l’occasione, come il risotto alle erbe alpine e un filetto di luccioperca. La stagione invernale 2017-2018 in Valle Isarco si caratterizza poi per un’altra serie di iniziative innovative, all’insegna dell’esperienza attiva sulla neve in notturna, quest’anno con un programma molto intenso. Diverse baite tengono la Stube aperta anche alla sera per ospitare escursionisti notturni che arrivano con le racchette da neve, con gli sci da alpinismo o con gli slittini. Il rientro in valle a notte fonda avviene lungo le piste da sci o da slittino, in parte illuminate da fari o alla luce delle fiaccole (o della luna piena).
Ecco quindi apertura serale della cabinovia per slittini ogni martedì e venerdì a Monte Cavallo; la Friday Night Fever, ogni venerdi dal 6 gennaio al 10 marzo alla Plose; e addirittura un programma settimanale in notturna ripetuto ogni settimana nell’area Gitschberg-Jochtal (escursione con le fiaccole a Valles e Naz Sciaves, fiaccolata alla baita Grossberghütte, escursione con le ciaspole, ballo dei vampiri, baite aperte, giri in carrozza, escursione di sci alpinismo con guide alpine; cene ed escursioni nelle serate di luna piena e così via sull’Alpe di Rodengo; pista slittini e fondo illuminata il venerdì a Luson ecc.
Fino al termine della stagione, ci sono diversi pacchetti sciistici e ricettivi tra cui scegliere in tutte e 5 le località:
http://offerte.valleisarco.com

Val di Sole

Dal prossimo weekend oltre alla Skiarea Pontedilegno–Tonale, apriranno la Skiarea Folgarida-Marilleva e la Skiarea Pejo 3000.
In attesa delle nuove nevicate, l’inverno della Val di Sole nel Trentino nord occidentale prevede novità a fiocchi, nei suoi 270 km di piste e 97 impianti di risalita complessivi, da godere fino al 1 maggio 2018, grazie anche alla fondamentale sinergia tra le tre ski aree valligiane (Pontedilegno-Tonale, Folgarida-Marilleva e Pejo) tramite il biglietto unico Superskirama ed il nuovo sistema di mobilità/skibus con la realizzazione di un hub centrale di interscambio a Daolasa per le linee a servizio delle tre località.
Piste perfette grazie al sistema di innevamento programmato, un processo assolutamente naturale di creazione del fondamentale manto bianco tramite acqua ed aria permettono il potenziamento del sistema di innevamento sia sul ghiacciaio Presena, sia sulle varie piste del Passo Tonale e della ski area di Ponte di Legno e Temù.
La lunga stagione bianca nella skiarea Pontedilegno-Tonale, iniziata ufficialmente con le prime discese sabato 11 novembre scorso sul ghiacciaio Presena, vivrà una spettacolare ouverture sabato 9 dicembre con il concerto nel cuore di Pontedilegno di Francesco Gabbani, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo.
Grandi lavori per l’innevamento e sistemazione piste anche a Pejo nel Parco Nazionale dello Stelvio, dove il via alle discese con gli sci sarà invece sabato 2 dicembre. Sono finiti i lavori per la realizzazione dell’impianto di innevamento in Valle della Mite, scenografica pista rossa con partenza dai 3000 metri di quota, 4 km di lunghezza e mille metri di dislivello. Nel corso dell’inverno saranno poi ultimate in località Beverina, nei pressi della veloce seggiovia Saroden, due nuove e complete aree di grande divertimento per qualsiasi tipo di rider ed appassionati di sci a doppia punta.

Importanti novità anche a Folgarida-Marilleva, cuore della Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta, la più grande del Trentino con ben 150 km di piste. Realizzata la
nuova seggiovia Malghette, che entrerà in funzione proprio il primo giorno della stagione sci previsto sabato 2 dicembre. Da scoprire anche la rinnovata pista rossa Malghette, completamente ristrutturata e di collegamento “sci ai piedi” con il comprensorio di Madonna di Campiglio e Pinzolo. Potenziate anche le webcam, sempre richiestissime soprattutto dopo le nevicate e triplicato anche il Family Park a Folgarida con animatori attivi tutto l’inverno per far divertire in tutta sicurezza sulla neve i piccoli futuri sciatori.
Sciate e divertimento senza limiti: in Val Gardena è già tutto pronto per l’apertura della stagione invernale 2017-2018, che si preannuncia densa di adrenalina, di neve e di emozioni.
Chi sceglie questa zona, collocata magicamente al centro delle Dolomiti, le montagne più belle del mondo, come meta per le proprie vacanze sulla neve, potrà cominciare alla grande la stagione: dal 6 al 23 dicembre 2017, infatti, si può approfittare dell’offerta Dolomiti SuperPremière, dove con un soggiorno di almeno 4 notti, un giorno è in omaggio. Chi paga almeno 6 notti, invece, ne potrà avere due gratis.

Gli sciatori più mattinieri possono contare su un’iniziativa molto suggestiva: dal 19 dicembre 2017 al 27 marzo 2018, puntuale alle ore 7 del mattino, è in programma l’evento “Sunrise Dantercepies – Here comes the sun”, un’originale colazione sulle piste da sci, con il primo sole del mattino che colora il cielo e riflette il rosso sulle cime delle Dolomiti. La possibilità di vedere l’alba in cima alla cabinovia Dantercepies è davvero un momento carico di fascino. E dopo una ricca colazione nella Dantercepies Lounge, tutti pronti per una adrenalinica discesa con gli sci sulla pista immacolata. Questo evento fa parte del Val Gardena Active, il ricco programma di attività in grado di accontentare le esigenze di tutti, grandi e piccini, appassionati di sport outdoor e amanti delle attività più rilassanti.

La Val Gardena, con Ortisei, Santa Cristina e Selva, è un vero e proprio paradiso per gli snow lovers, conosciuto e apprezzato nel mondo da tutti gli appassionati di sci che desiderano trascorrere una vacanza invernale con infinite possibilità di divertimento all’aria aperta.

Il Sellaronda, il mitico giro sciistico intorno al massiccio del Sella, con il collegamento all’Alpe di Siusi e il Dolomiti Superski (12 comprensori sciistici e 1.200km di piste), soddisfano egregiamente le esigenze di ogni sciatore, dal principiante al professionista. Un solo skipass per oltre 500 km di piste collegate, il 95% delle quali coperte da innevamento artificiale.

La Val Gardena vanta un’esperienza centenaria nel turismo ed è in grado di coniugare una forte e affascinate tradizione culturale, con tecnologie e strutture all’avanguardia, per permettere una vacanza perfetta a tutti gli appassionati di sport invernali sulla neve.
La grande novità di questa stagione è la nuova cabinovia da 10 posti Piz Seteur, che crea un nuovo e moderno collegamento con il Sellaronda. La cabinovia contribuirà a far stabilire nuovi standard di comfort e prestazioni. Il comprensorio sciistico si presenta rinnovato anche nel look: la stazione intermedia e le cabine portano la forma del designer italiano Pininfarina, e si presentano spaziose e confortevoli. C’è un’altra novità tecnologica che caratterizza l’impianto: grazie al passaggio in stazione rallentato a 65 secondi con 6 cabine aperte, c’è più tempo per salire e scendere, senza stress e in assoluta sicurezza. E con le sue 77 cabine da 10 posti il Piz Seteur raggiunge una capacità complessiva di 3450 persone all’ora. Altra novità riguarda lo skilift Furdenan di Ortisei/Oltretorrente, sostituito con una più lungo: in questo modo raggiungere con gli sci ai piedi la stazione a valle della cabinovia Alpe di Siusi è ancora più comodo.
www.dolomitesalpine.it e www.valgardena.it.

Bormio in Valtellina

Mancano pochissimi giorni al via della stagione sciistica a Bormio: gli impianti apriranno il 2 dicembre e intanto si lavora in quota – dove la neve è arrivata già da qualche settimana – per preparare al meglio le piste.
Si inaugura la divertente novità della stagione 2017-2018 della ski-area di Bormio: dedicata in particolare ai bambini, ma pensata per il divertimento di tutta la famiglia, si presenta come un’area tematica a sé stante, sorta di mix tra pista, snowpark e cross. La discesa della Funslope contiene ostacoli simili a quelli che si trovano negli snowpark per principianti, come box e salti, cui si aggiungono ponti, tunnel, piccole curve paraboliche, cambi di direzione e anche le gettonatissime “chiocciole” (che faranno la gioia dei bambini).
Ma il divertimento sarà come sempre per tutti, a partire dal 2 dicembre 2017, in concomitanza con l’apertura della stagione sciistica del domaine skiable bormino. Anche per questa stagione, torna lo skipass unico plurigiornaliero nei tre comprensori di Bormio (dove gli impianti chiuderanno l’8 aprile 2018), Santa Caterina Valfurva (chiusura 15 aprile 2018) e Cima Piazzi - San Colombano (dove la stagione inizierà il 16 dicembre - il 7 dicembre a Cima Piazzi - per finire il 2 aprile 2018). Le tre stazioni mettono a disposizione di sciatori e snowboarder 110 km di piste perfettamente battute, servite da 36 impianti di risalita con tracciati per ogni capacità, tra i quali spiccano la già citata pista “Stelvio” a Bormio, con uno sviluppo di quasi 5 km, e la “Deborah Compagnoni” a Santa Caterina Valfurva, dedicata alla grande campionessa, entrambe omologate per ospitare le gare di Coppa del Mondo di sci alpino.

Il tutto in un contesto naturale unico come quello del Parco Nazionale dello Stelvio che, oltre alla piste famose, permette agli amanti della montagna di godersi i magnifici paesaggi imbiancati di Santa Caterina Valfurva, gli emozionanti dislivelli di Bormio (da Bormio 3000 al paese, per 1800 metri di puro divertimento), le piste facili e soleggiate di Cima Piazzi-San Colombano (perfette per tutta la famiglia) e infine di chiudere la giornata con un tuffo nelle calde acque termali dei tre stabilimenti di Bormio Terme, Bagni Nuovi e Bagni Vecchi.
Come sempre, Bormio mette “in pista” moltissime promozioni e tariffe speciali decisamente convenienti. A inizio stagione, precisamente dal 2 al 22 dicembre 2017, ecco l’occasione per un ottimo free skiing grazie al Bormio skipass free (valido nelle ski aree di Santa Caterina Valfurva, Bormio, Cima Piazzi - San Colombano), gratuito, ottenibile prenotando una vacanza di almeno 4 notti (offerte a partire da 99 €). Il soggiorno potrà essere scelto tra una diversificata offerta di hotel, agriturismi, meublé/B&B, appartamenti, case vacanza o residence.
booking@bormio.eu
Come ogni anno, tra i punti di forza del comprensorio valtellinese, c’è naturalmente la possibilità di affiancare all’attività sportiva anche il relax alle terme: tre gli stabilimenti a disposizione (Bormio Terme in centro al paese, Bagni Vecchi e Bagni Nuovi a Valdidentro) per un après ski che sfrutta al meglio le straordinarie proprietà miorilassanti di queste acque “termali bicarbonato-solfato-alcaline-terrose”.
 Sono nove le fonti calde, tutte con un proprio nome (San Martino, Arciduchessa, Cassiodora, Zampillo dei bambini, San Carlo, Ostrogoti, Nibelunghi, Pliniana e Cinglaccia) che sgorgano dalle montagne che circondano Bormio, a un’altitudine compresa tra i 1370 e i 1421 metri, a una temperatura tra i 36° e i 43° C. ulteriori informazioni:
www.qcterme.com/it/bormio ; www.bormioterme.it;  www.bormio.eu.

gloriaciabattoni@gmail.com