Non c’è nulla che evochi maggiormente il Natale del profumo dei rami di pino. In mezzo al tavolo, o appesa a una porta o a una parete, la ghirlanda di rami fatta in casa regala un’atmosfera di festa. Simbolo dell’Avvento, in nord Europa si prepara a inizio a dicembre e conta 4 candele, una per ciascuna settimana in attesa del Natale. Non temete, siamo ancora in tempo per crearne una nostra versione, da decorare con pigne, bacche e quello che vorrete.

COSA SERVE PER CREARE LA GHIRLANDA DI NATALE
Procuratevi una corona di rami secchi intrecciati già pronta, poi dei rami di pino (valutate la quantità in base alla dimensione della corona e a quanto ricca volete rendere la ghirlanda). Servono poi pigne, bacche, fettine di arancia disidratata e, a scelta, anche mele, palline dell’albero, stecche di cannella e tanti altri elementi. Infine, occorre la colla a caldo, una pinza piccola e del fil di ferro sottile.

COME PREPARARE LA GHIRLANDA DI NATALE
Iniziate tagliando i rami di varie lunghezze. Poi scegliete un punto della corona intrecciata da cui partire e posizionate i primi rami, uno sull’altro. Fissateli arrotolando il fil di ferro alla loro base e tagliandolo poi con la pinza. Andate avanti finché avrete ricoperto tutta la corona con i rami di pino. Mettete intanto a scaldare la colla a caldo. Fate una prova con gli elementi che più vi piacciono tra bacche, pigne, fettine d’arancia eccetera e posizionateli prima di incollarli. Una volta scelto dove andranno, con la pistola della colla fissateli alla ghirlanda. Se vorrete trasformarla in un centrotavola, basterà adagiarla su un piatto di portata e inserire una o più candele al centro. Altrimenti, con un filo di nylon invisibile, agganciatela alla porta.

Leggi anche:
- Gli sport da praticare in inverno
- I trucchi per innalzare l'autostima
- Amido di riso, alleato di bellezza