Zlatan Ibrahimovic, svedese classe 1981, è considerato uno dei migliori giocatori di calcio della sua generazione e insieme uno di quelli con il carattere più spigoloso. Due elementi che nutriranno il film biografico attualmente in lavorazione e basato sull'autobiografia 'Io, Ibra', nella quale tra l'altro si legge: “Me ne frego di quello che pensa la gente e non sono mai stato a mio agio fra i tipi perbenino. Perché ricordate: si può togliere il ragazzo dal ghetto, ma non il ghetto dal ragazzo”.

ZLATAN IBRAHIMOVIC, IL FILM AUTOBIOGRAFICO

Zlatan Ibrahimovic si è ritagliato il ruolo di produttore esecutivo del film che racconterà la sua storia (e che ancora non ha un titolo ufficiale). La sceneggiatura è in fase di redazione e porta la firma di David Lagercrantz e Jakob Beckman: dei due, quello con il curriculum più corposo è Lagercrantz, che ha aiutato Ibrahimovic a scrivere l'autobiografia 'Io, Ibra' ed è il romanziere che ha preso in carico la prosecuzione della Trilogia di Millennium dopo la morte di Stieg Larsson (due romanzi già pubblicati: 'Quello che non uccide' e 'L'uomo che inseguiva la sua ombra'). La casa di produzione del bio-pic è la svedese B-Reel Films, che ha recentemente prodotto il film 'Euphoria', con Eva Green e Alicia Vikander protagoniste e con Jakob Beckman accreditato in qualità di consulente per la sceneggiatura.

DI COSA PARLERÀ IL FILM?
Secondo quanto dichiarato da David Lagercrantz, “il film sarà una specie di making of di Zlatan e riprenderà il cuore pulsante del libro, cioè la realizzazione del sogno americano in Svezia. Racconteremo la giovinezza di Zlatan, nella periferia di Malmo, e poi la sua storia fino ai campionati giocati con la Juventus: una vicenda emblematica di passaggio dall'essere un perdente al diventare uno sportivo multimilionario”. Avendo presente il carattere di Zlatan Ibrahimovic, come giocatore e per come emerge dalla sua autobiografia, c'è da immaginare che il film sarà piuttosto autocelebrativo. Per avere conferma dei sospetti dobbiamo portare pazienza: ancora mancano indicazioni sull'inizio delle riprese, non c'è un regista né un cast e nemmeno un'ipotesi sulla distribuzione nelle sale cinematografiche.

Leggi anche:
- Com'è Christopher Plummer al posto di Kevin Spacey
- Vi presento Christopher Robin, la storia di Winnie-the-Pooh
- Chiamami col tuo nome: miglior film ai Gotham Awards