Essere l'uomo più ricco della storia serve a qualcosa quando ti rapiscono l'adorato nipote per chiedere un riscatto milionario? Il film 'Tutti i soldi del mondo' risponderà a questa domanda a partire da giovedì 4 gennaio, giorno dell'uscita nelle sale cinematografiche italiane. Ecco tutte le informazioni del caso.

TUTTI I SOLDI DEL MONDO: COS'È

'Tutti i soldi del mondo' è un film drammatico, che racconta fatti realmente accaduti e che è tratto dall'omonimo saggio di John Pearson. La pellicola è candidata a tre Golden Globe: miglior regista (Ridley Scott), migliore attore non protagonista (Christopher Plummer) e migliore attrice protagonista (Michelle Williams).

LA TRAMA
Roma, 1973. Alcuni uomini mascherati rapiscono il sedicenne John Paul Getty III (interpretato da Charlie Plummer), il nipote dell'uomo più ricco nella storia del pianeta, cioè Jean Paul Getty (Christopher Plummer). La somma chiesta per il riscatto è esorbitante, ma non per le tasche del nonno: solo che lui si rifiuta di pagare. La madre del ragazzo (Michelle Williams) si imbarca allora in un disperato tentativo di risolvere la situazione, affiancata da uno degli uomini di nonno Getty (Mark Wahlberg).

IL TRAILER


GLI AUTORI
'Tutti i soldi del mondo' è diretto da Ridley Scott, uno dei grandi vecchi di Hollywood, autore di pietre miliari come 'Alien', 'Blade Runner' e 'Il gladiatore'. La sceneggiatura è scritta da David Scarpa, al suo terzo lavoro hollywoodiano dopo 'Il castello' e 'Ultimatum alla Terra'.

LA LISTA NERA

A Hollywood esiste quella che viene chiamata black list: indica le sceneggiature che ricevono apprezzamenti da parte dei potenziali produttori, senza però ottenere i finanziamenti necessari ad avviare la produzione di un film. Quella di 'Tutti i soldi del mondo' è entrata nella black list dell'anno 2015.

LA QUESTIONE KEVIN SPACEY
Inizialmente, il ruolo di Jean Paul Getty era stato affidato a Kevin Spacey: una volta terminate le sue riprese, l'attore è stato travolto da uno scandalo sessuale e così Ridley Scott ha deciso di rigirare tutte le scene che lo riguardavano affidando la parte a Christopher Plummer: sono stati necessari otto giorni aggiuntivi di lavoro, costati dieci milioni di dollari, ma alla fine Scott si è detto molto soddisfatto del risultato. A suo modo di vedere, le due interpretazioni sono state molto diverse, ma entrambi efficaci: ovviamente noi ne vedremo solo una, quella di Plummer.

IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
In media, 'Tutti i soldi del mondo' ha più che soddisfatto il pubblico e la critica internazionali, che si trovano d'accordo nell'elogiare le interpretazioni del cast principale e la tenuta della pellicola nonostante la corsa contro il tempo per sostituire Kevin Spacey. Le voci più critiche prendono di mira una certa lentezza nella parte centrale della narrazione e una caratterizzazione poco approfondita del magnate Jean Paul Getty.

Leggi anche:
- Il ragazzo invisibile 2, ecco il film di Gabriele Salvatores
- Morto Stalin se ne fa un altro: la satira che convince
- Vi presento Christopher Robin, ecco la storia di Winnie-the-Pooh