Ci saranno ancora minacce aliene da affrontare, ma a farlo sarà un nuovo cast: Sony Pictures ha rotto gli indugi e ha deciso di non realizzare 'Men in Black 4' e di ripartire da zero. Con il giusto accordo commerciale potremmo ritrovare Will Smith e Tommy Lee Jones in un breve cameo, ma in azione vedremo attori diversi dagli interpreti originali.

MEN IN BLACK, IL REBOOT
Il primo passo di Sony è stato di affidare la sceneggiatura a Art Marcum e Matt Holloway, che in precedenza hanno fatto parte del team di scrittori di 'Iron Man', 'Transformers – L'ultimo cavaliere' e 'Punisher – Zona di guerra': un curriculum che consente di immaginare come potrebbe essere il reboot di 'Man in Black'. In particolare, più action e meno comedy. Sempre che, naturalmente, Sony sia d'accordo e non chieda invece di restare fedeli all'originale, dunque di scrivere un film che sia in egual misura d'azione e commedia.

CON IL REBOOT L'ABBIAMO SCAMPATA BELLA
Un effetto secondario del reboot è che è stato definitivamente accantonato un progetto che prevedeva di realizzare un crossover tra 'Men in Black' e '21 Jump Street', cioè tra gli agenti in nero che affrontano emergenze intergalattiche e i poliziotti dall'aspetto giovanile che agiscono sotto copertura nei licei statunitensi. I fan tremavano di paura alla sola idea di un crossover e l'annuncio del reboot è stato accolto da molti con un sospiro di sollievo.

Leggi anche:
- Annihilation, il trailer del film con Natalie Portman
- Blade Runner 2049, Harrison Ford ha picchiato Ryan Gosling
- Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese per Roosevelt