Netflix e la Rai si strizzano l'occhio. La serie TV 'Don Matteo' approda sul canale di streaming di Reed Hastings, in mezzo ai franchise inglesi e americani. Le prime sei stagioni della fiction con Terence Hill nei panni del prete investigatore sono ora visibili in streaming per gli abbonati al servizio.


UN SERIAL DI SUCCESSO
Don Matteo sembra non tramontare mai. Nato nel 2000 dalla mente di Enrico Oldoini, ha mietuto successi dopo successi, con 220 episodi andati in onda in 17 anni. La presenza di Terence Hill nel ruolo del sacerdote della chiesa di San Giovanni, gli ambienti della provincia umbra, gli altri personaggi amati dal pubblico (in special modo il maresciallo Nino Cecchini interpretato da Nino Frassica) e le detective story leggere ma mai banali ne hanno fatto un classico per famiglie.
Leggi anche: Blade Runner 2049, siamo di fronte a un capolavoro?



PERCHÈ SU NETFLIX?
Ora, proprio mentre si girano le riprese dell'undicesima serie, la saga di Don Matteo arriva su Netflix. Non senza perplessità: molti utenti hanno espresso malcontento per l'inserimento di questo titolo all'interno di un catalogo un po' lontano da fiction del genere, basti pensare a crime story come 'Broadchurch', 'Narcos', 'Ozark'. Netflix viene percepita come piattaforma in cui trovare prodotti tv esteri diversi dall'offerta italiana classica, così un titolo simile sembra anomalo.
Leggi anche: 120 battiti al minuto, ecco perché vale la pena vederlo