Si è tenuta a Londra un'asta di memorabilia legati ad Audrey Hepburn e un oggetto in particolare ha fatto scalpore: stiamo parlando della sua copia personale del copione di 'Colazione da Tiffany' (1961), corredato di annotazioni e commenti scritti a mano dall'attrice. Dopo una serie di rilanci, il prezzo di vendita ha raggiunto 630mila sterline, pari a quasi 718mila euro: ben sette volte più delle stime effettuate da Christie's prima dell'asta.

LA SCENEGGIATURA DI COLAZIONE DA TIFFANY
Ovviamente, non è facile spiegare in modo cristallino come mai l'asta sia andata così bene. Stiamo indubbiamente parlando di una delle grandi dive della storia del cinema, ancora oggi amatissima, e di uno dei suoi film più celebri. Inoltre, una sceneggiatura annotata ha di per sé un valore particolare, non solo per i fan, perché consente di indagare il metodo di lavoro dell'attrice e di capire come è entrata nei panni di Holly Golightly, giovane texana affascinata dai diamanti. Tutto questo, però, da solo non spiega gli oltre 700mila euro spesi: chissà che non sia stato merito della foga da asta, quella che ti spinge a rilanciare anche oltre il ragionevole.

NON SOLO IL COPIONE
La casa d'aste Christie's non si è limitata a battere il copione di 'Colazione da Tiffany': in vendita c'erano numerosi altri oggetti appartenuti ad Audrey Hepburn e l'ammontare totale dei soldi incassati ha toccato i 4,6 milioni di sterline. Fra gli altri pezzi di rilievo, c'era anche un braccialetto di Tiffany che Steven Spielberg ha regalato alla Hepburn e che porta inciso il messaggio "Sei la mia ispirazione" (venduto per 332.750 sterline).

Leggi anche:
- Kit Harington sposa Rose Leslie, fiori d'arancio nel Trono di Spade
- Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese per Roosevelt
- La plastica che inquina il mare "fa impazzire" i pesci