Abbiamo dovuto pazientare, perché negli Stati Uniti è uscito il 16 giugno, ma finalmente giovedì 14 settembre 'Cars 3' arriverà anche nelle sale cinematografiche italiane. Cosa dobbiamo aspettarci da Saetta McQueen e dalle altre automobili animate? Ecco tutto quello che possiamo dire senza incappare negli spoiler.

COS'È
È una pellicola d'animazione che mescola commedia e avventura ed è prodotta dall'accoppiata Pixar/Disney. Come suggerisce il titolo, è anche il terzo capitolo della saga iniziata nel 2006 con un film accolto piuttosto bene da pubblico e critica ('Cars – Motori ruggenti) e proseguita nel 2011 con un sequel meno amato ('Cars 2'), ma pur sempre di successo.

LA TRAMA
Saetta McQueen è ormai una leggenda delle corse automobilistiche, ma la sfida più difficile della sua vita lo attende all'orizzonte: inizia a essere vecchio e una nuova generazione di piloti dimostra di avere le carte in regola per metterlo in ombra, soprattutto il velocissimo Jackson Storm. Dopo aver subito un terribile incidente, Saetta teme di essere costretto a ritirarsi, ma il ricordo del suo vecchio mentore, Doc Hudson, lo spinge a mettersi in gioco ancora una volta.

IL TRAILER


L'AUTORE DI CARS 3
'Cars 3' segna un doppio debutto, per lo statunitense Brian Fee: è infatti la sua prima volta come regista e anche come autore del soggetto. In precedenza, Fee si è fatto le ossa lavorando all'interno di Pixar soprattutto in qualità di storyboard artist: figura professionale che si occupa di disegnare la successione delle inquadrature di un film allo scopo di supportare il successivo lavoro del regista. Ha svolto questo incarico nelle due precedenti pellicole della saga di 'Cars' e anche in 'WALL-E' e 'Ratatouille'.

PAUL NEWMAN
Attore famosissimo e pilota di grande talento, Paul Newman ha fornito la voce al personaggi di Doc Hudson, mentore di Saetta McQueen, nel primo 'Cars – Motori ruggenti' (2006). L'allora regista John Lasseter registrò le sessioni di doppiaggio nella loro interezza, anche quando, durante le pause, Newman gli raccontava aneddoti sul mondo delle corse automobilistiche. Proprio quelle tracce audio sono state utilizzate per doppiare Doc Hudson in 'Cars 3', nonostante l'attore fosse morto nel 2008.

IL PEGGIOR INCASSO DI PIXAR
In generale, e lo vedremo meglio tra poco, 'Cars 3' è piaciuto al pubblico. Ciononostante, il botteghino si sta rivelando più lento di quanto sperato: attualmente, 'Cars 3' è il film che ha incassato meno tra quelli realizzati da Pixar. Per modificare questa situazione deve guadagnare in Italia e Germania (gli ultimi due paesi in cui viene distribuito) l'equivalente di 30-35 milioni di dollari: solo così riuscirà a superare 'Il viaggio di Arlo', che staziona in penultima posizione.

IL PARERE DI CHI L'HA VISTO
Guardando il parere della critica e del pubblico internazionali, possiamo sicuramente dire che 'Cars 3' non risplende come aveva fatto a suo tempo il primo 'Cars', ma è migliore di 'Cars 2'. Al di là di una certa stanchezza del franchise, riconosciuta da molti, ciò che più convince è il tono un po' malinconico della pellicola, la sua capacità di affrontare il tema della vecchiaia e dell'eredità spirituale da lasciare alle nuove generazioni. Piace anche la caratterizzazione di Cruz Ramirez, la spalla di Saetta McQueen: un modello femminile tutt'altro che banale.

Leggi anche:
- American Hero, come fermare un massacro e diventare eroi
- Il signore delle mosche: polemiche sul cast al femminile
- Il film su Joker e Harley Quinn è una pessima idea