Londra, 12 ottobre 2017 - Esce domani "Carry Fire" il nuovo album di Robert Plant. L'ex frontman dei Led Zeppelin è giunto al suo undicesimo album solista,  il primo dall'acclamato lullaby and...The Ceaseless Roar del 2014. 

Il lavorto è stato prodotto da Plant tra Inghilterra e Galles, registrato agli studi Top Cat a Box, nello Wiltshire con ulteriori registrazioni agli studi Real World e Rockfield studios. 

Plant è accompagnato, come in lullaby, da The Sensational Space Shifters: Justin Adams alla chitarra elettrica e acustica, oud, E-bow quartet, percussioni, rullante, tamburello; John Baggott alle tastiere, moog, loops, percussioni, batteria, arrangiamenti di fiati, t'bal, rullante, slide guitar, piano, piano elettrico, bendir; Billy Fuller al basso, tastiere, e drum programming; Dave Smith al bendir, tamburello, djembe, percussioni; e Liam "Skin" Tyson alla chitarra dobro, chitarra acustica, pedal steel e acustica 12-corde. 

Robert Plant, esce Carry Fire (Lapresse)

Per non parlare degli ospiti in sala di registrazione: Chrissie Hynde nel duetto "Bluebirds Over The Mountain" (scritta dalla leggenda del rockabilly Ersel Hickey e già registrata sia da Richie Valens sia dai Beach Boys); il violoncellista albanese Redi Hasa, che si aggiunge alla band in tre brani come pure il famoso Seth Lakeman alla viola e al violino.

Plant e gli Space Shifters festeggeranno la pubblicazione di Carry Fire con un tour mondiale che partirà da UK e Irlanda a novembre. 

Plant, tornato in Inghilterra dopo un periodo vissuto in Texas, ha portato con sé nuove suggestioni, nuove sensazioni: "Rispetto e apprezzo i miei lavori precedenti, ma ogni volta sento il bisogno e la spinta di creare nuove cose. Devo mischiare il vecchio e il nuovo". Di conseguenza, anche l'impeto della band si è spostato sul suo asse, con il nuovo sound e spazi differenti che lasciano libertà di movimento a panorami musicali eccitanti e allo stesso tempo drammatici, fatti di sensazioni e melodie.

CARRY FIRE