Roma, 4 ottobre 2017 – Se al Grande Fratello Vip 2,  nella Casa più spiata d’Italia. il flirt stenta a decollare allora ci pensa Cristiano Malgioglio a riscaldare un po’ l’ambiente. Il paroliere, improvvisamente, si è avvicinato a Lorenzo Flaherty (in nomination con Simona Izzo) e lo ha baciato sulla bocca, appassionatamente. In questo modo il cantautore ha voluto suggellare la pace con l’attore viste le incomprensioni dei giorni scorsi.

"Volevo dire che tu non sei omofobo e questo bacio è proprio contro l’omofobia" ha spiegato, poi, Malgioglio. I temi omofobia\sessismo tengono ancora banco all’interno del reality di Canale 5, dopo la puntata di lunedì scorso quando Alfonso Signorini aveva fatto una bella ramanzina a Marco Predolin (poi espulso per bestemmia) e si era alterato con Giulia De Lellis.  

E la lite con l’ex corteggiatrice continua ad avere strascichi anche fuori dalla Casa con Andrea Damante (il fidanzato di Giulia) che è intervenuto via social per difendere l’amata. Su Instagram ha scritto un lunghissimo post sostenendo che la ragazza  è vittima di "un dibattito che ha superato ogni limite di eleganza".

 

Ho molto pensato, alle circostanze che si sono venute a creare ieri sera in trasmissione,ero oltremodo combattuto di esternarli al mondo, combattuto se tenere dentro di me quella rabbia, recondita, furibonda, per aver visto , non solo la ragazza che io amo più profondamente al mondo , non solo la ragazza più dolce e sensibile dell’universo, quanto piuttosto una RAGAZZA DI VENTI ANNI, sbattuta al varco, al centro di un dibattito che ha superato ogni limite di eleganza, questi toni “accesi” per dirla in modo elegante, IO, non sono propri ne di Giulia, ne miei. Lei con grande educazione non si e’ scomposta ed ha espletato in maniera intelligente il suo concetto, non è possibile travisare in questi termini aberranti le frasi di un concorrente, estrapolare, cucire, capire quello che si vuol capire, dire quello che si vuol dire; spesso tirando fuori spezzoni dall’integrum di un discorso il concetto cambia completamente, ma non solo, infatti c’è altro, ben più grave, in questo caso, ahimè, nessuno, tanto meno Giulia, ha MAI nominato alcuna malattia, definendola scientificamente o descrivendola nei suoi discorsi, l’invettiva che le e ‘ stata rivolta e’ FALSA, non corrisponde al vero, per il semplice motivo che il fatto non sussiste, le parole che le sono state messe in bocca in riferimento al suo discorso sono state INVENTATE, e i concetti STORPIATI, Giulia ha semplicemente elaborato un pensiero forse non nel migliore dei modi definendo una sua condizione personale e mentale ed e’ stata attaccata in maniera sottile e indelicata, ricordiamoci che nessuno e’ perfetto,E NON HA SENSO DI ESISTERE QUESTO VELO DI PERBENISMO SUBDOLO DI CHI DECANTA IDEALI DI PERFEZIONE (Non diciamo stronzate) Perché la gente deve professarsi PALADINA, PERBENISTA e GIUDICE di un processo alle intenzioni che neanche sussiste? Sarebbe il caso di dubitare di tante cose in questo caso, di un conflitto di interessi per esempio, per OVVI motivi, e da lì continuare a elaborare stuoli di concetti, ma sapete cosa c’è? Non ho proprio voglia di farlo, poiché equivarrebbe a scendere, scendere, scendere inesorabilmente al più basso dei gradini, calandomi nei panni di un personaggio che non mi appartiene.

Un post condiviso da ANDREA DAMANTE (@andreadamante) in data:

Il bel fusto è indignato per l’accanimento nei confronti non solo "della ragazza che amo di più al mondo, la ragazza più dolce e sensibile dell’universo, quanto piuttosto di una ragazza di vent’anni". Secondo Damante, inoltre, le parole della De Lellis sarebbero state strumentalizzate. Anche la romana 21enne, dopo la puntata di lunedì scorso, è tornata sull’argomento confessando agli altri che si aspettava un duro attacco di Signorini perché  lei ritiene che il direttore di “Chi” la odi.

Tra le altre conseguenze della lunga e difficile puntata di lunedì scorso, anche la malinconia e la voglia di abbandonare il gioco da parte di Simona Izzo e Cristiano Malgioglio. Entrambi hanno manifestato il desiderio di uscire, lei perché sente la mancanza del marito, lui perché sta sentendo la pressione del gioco. Così, parlando di abbandoni e ritiri è emersa la cifra astronomica della clausola penale da pagare in caso di abbandono volontario del gioco: 100mila euro.

Sono stati la De Lellis e Gianluca Impastato a rivelare la cifra (anche se poi le telecamere hanno cambiato subito inquadratura) parlando con la Izzo, pronta a fare la valigia.  "C’è libertà, la pago, mi assumo le mie responsabilità", ha detto la regista che poi ha corretto il tiro: "Ah, io questo non lo sapevo". E Malgioglio ha aggiunto, con ironia: "Faremo i debiti".  Il paroliere, infatti,  aveva appena saputo da Cecilia Rodriguez l’ammontare della cifra. Sarà per i soldi, sarà perché gli umori cambiano repentinamente, ma per adesso Malgioglio e la Izzo sono sempre nella Casa.