Tolosa (Francia), 9 settembre 2017 - Punta sulla storia, la buona alimentazione e il fantasy l'animazione italiana presente al Cartoon Forum di Tolosa (11-14 settembre), la manifestazione che propone 83 progetti di serie tv animate che vedremo  nei prossimi anni e che arrivano da 23 Paesi. Una partecipazione incoraggiante, resa ancor più interessante dalle candidature ai Cartoon Tributes (premi assegnati dai professionisti del settore) della Rai e di Atlantyca (Geronimo Stilton).

Particolarmente atteso è il progetto presentato dalla Zocotoco (con Evergreen Entertainment)   la società di Luisa Ranieri e Luca Zingaretti. Si tratta di "Food Wizards", una sfida dentro l’organismo umano tra i “Guerrieri del cibo” e i ”Nemici della Salute” (Tossine e Mostri del Metabolismo). La serie vede i protagonisti (Ginny, Ham a PC) trasportati magicamente nei corpi delle persone per combattere le tossine con il cibo sano. Al progetto, ideato da Luisa Ranieri, lavora Francesco Filippini, un giovane autore napoletano (premiato dalla prestigiosa Società degli Illustratori degli Usa), uno dei talenti dell’animazione made in Italy. 

La storia, come detto, è un'altro terreno narrativo scelto dai produttori italiani. Si presenta molto interessante “Federicus & the King’s Gang” un mix di live action e animazione che proietta lo spettatore nel mondo di Federico II di Svevia in un’avventura tutta particolare, giocata tra presente e passato, e ricca di magia. A firmare questo lavoro è la Graphilm di Maurizio Forestieri, uno degli autori più interessanti del panorama italiano dell’animazione. 
Dopo la buona accoglienza della presentazione a Cannes del lungometraggio “Leo Da Vinci - Missione Monnalisa” (uscirà nel 2018), il Gruppo Alcuni presenta a Tolosa il progetto di serie tv “Leo da Vinci” proseguendo nelle avventure a cartoon del giovane Leonardo già al centro di altre due serie dei fantasiosi produttori trevigiani.
Anche se il target è decisamente più “giovane” di quello del fumetto, per gli appassionati di “Dragonero”, la serie fantasy della Sergio Bonelli Editore, sarà interessante vedere come le atmosfere e le avventure del cacciatore di draghi creato da Luca Enoch e da Stefano Vietti diventeranno una serie animata coprodotta da Bonelli e dalla Rai.