Venezia, 29 agosto 2017 - Sbarco modaiolissimo oggi dal motoscafo davanti all'Excelsior per Alessandro Borghi, l'attore romano di 31 anni destinato a diventare il sex symbol di questa 74 edizione della Mostra del cinema: eccolo con la sua barbetta curatissima da hipster in t-shirt stampata con una grande ape, pantaloni di denim lavati col tabacco e sneakers logate e ricamate con una bella tigre che mettono in garbata evidenza i tatuaggi sui piedi. Tutto firmato Gucci, come l'intero guardaroba di Ale Borghi per queste giornate veneziane che non lo vedono tanto testimonial del galattico brand quanto piuttosto molto vicino alla maison perchè amico del direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele. Approdato al Lido il bel Borghi ha sfoggiato anche un paio di occhiali made in Italy, il modello Carrera 150/s della collezione Inspired by Jared Leto, prodotto da Safilo.

Aspettando di vederlo in smoking (magari ricamatissimo e paillettato come la vistosa mantella blu e verde sfoggiata da Jered Leto due sere fa in California agli MTV Vidreo Music Awards che lo facevano assomigliare un po' a Mago Zurlì) primeggiare su divi di tanta fama come George Clooney ecco il giovane attore uscire dal solito girone infernale del testimonial griffato a tutti i costi in cambio di un atteggiamento nuovo, divisticamente parlando, di una amicizia vera che non guasta se incide sul gusto di una platea sconfinata come quella del Festival di Venezia.

Alessandro Borghi al Lido (Afp)