13/05/2007 19:27
GIRO D'ITALIA

Seconda tappa a McEwen
Di Luca in maglia rosa

L'australiano ha vinto in volata la seconda tappa, Tempio Pausania-Bosa. Il corridore della Predictor-Lotto ha preceduto sul traguardo il campione del mondo, Paolo Bettini, ed Alessandro Petacchi

Roma, 13 maggio 2006  - Sul traguardo di Bosa, seconda tappa sarda del 90esimo Giro d'Italia, va in scena un film gia' visto. La Milram che lavora in ordine per favorire la volata di Petacchi (alla ricerca della 20esima vittoria) ed alla fine l'australiano Robbie McEwen che si mette alla ruota dello spezzino e lo infila negli ultimi dieci metri.

 

Gia' visto, gia' vissuto: Petacchi con il suo treno costruisce, Mc Ewen raccoglie e va a festeggiare sul palco, dove sale anche per indossare la maglia ciclamino. E chissa' cosa cerchera' d'inventarsi adesso il treno della Milram per fronteggiare la nuova vecchia situazione, anche se e' Petacchi a mostrare di non avere piu' il guizzo di una volta. A meno che nei prossimi giorni non dimostri il contrario, magari perche' toccato nell'orgoglio.

 

In realta', la vera sorpresa e' il campione del mondo Paolo Bettini, che ha iniziato a lavorare gia' negli ultimi chilometri dimostrando di voler effettuare la volata e c'e' mancato poco che non riuscisse a infilare lui Mc Ewen, mentre alla fine si deve accontentare del posto d'onore, che non e' male e soprattutto dimostra che il corridore della Quickstep e' in ottima forma e deciso a dare battaglia sin dall'inizio.

 

E l'altra sorpresa e' senza dubbio la maglia rosa che e' arrivata -con un giorno di ritardo- sulle spalle di Danilo Di Luca, che ha superato il compagno Gasparotto in virtu' dei migliori piazzamenti.

 

L'unico neo della tappa e' stata una caduta nel finale (a 1,3 km dall'arrivo), che ha costretto Tonti a recarci in ospedale con l'ambulanza per gli accertamenti del caso. La tappa e' stata caratterizzata da una fuga partita gia' dopo 9 km e che ha visto come protagonisti Facci, Masciarelli, Labbe, Bessy e Brutt. Il loro vantaggio e' arrivato fino al 5'24", ma la loro intesa piano piano si e' dissolta -complice anche la difficolta' del percorso- ed a 50 km dalla conclusione sono rimasti in fuga Brutt (che ha anche vinto il Gpm), Facci e Bessy.

 

Le squadre dei velocisti, pero', dietro, hanno iniziato a premere con il chiaro obiettivo di voler arrivare alla volata finale. Ma i tre davanti non si sono arresi ed hanno costretto i gregari a tirare con furone visto che a 25 km dalla conclusione il loro vantaggio era ancora di circa 2'. Poi Brutt ha provato da solo, ma il lavoro delle squadre dei velocisti ha permesso il riaggancio e la volata finale. Domani terza tappa, l'ultima di questa prima fase in Sardegna prima del riposo e l'approdo nel continente: si va da Barumini a Cagliari (181 chilometri), tappa dove sono attesi ancora una volta gli uomini veloci: per Petacchi subito la possibilita' della rivincita.

 

Questo l'ordine di arrivo della seconda tappa della 90.ma edizione del Giro d'Italia, la Tempio Pausania-Bosa di 206 km:

1. Robert McEwen (Aus) Lotto, in 5h07'13"

2. Paolo Bettini (Ita) Quick Step, st.
3. Alessandro Petacchi (Ita) Milram, st.
4. Assan Bazayev (Kaz) Astana, st.
5. Ariel Maximilian Richeze (Arg) Panaria, st.
6. Aliaksandr Usau (Blr) AG2R, st.
7. Jose Joaquin Gil Rojas (Spa) Caisse d'Epargne, st.
8. Stefano Garzelli (Ita) Acqua&Sapone, st.
9. Lorenzo Bernucci (Ita) T-Mobile, st.
10. George Hincapie (Usa) Discovery Channel, st.

(...) 12. Danilo Di Luca (Ita) Liquigas, st.
16. Damiano Cunego (Ita) Lampre, st.
18. Paolo Savoldelli (Ita) Astana, st.
20. Gilberto Simoni (Ita) Saunier Duval, st.
43. Enrico Gasparotto (Ita) Liquigas, st.

Questa la classifica generale del Giro d'Italia dopo la seconda tappa:

1. Danilo Di Luca (Ita) Liquigas, in 5'40'51";

2. Enrico Gasparotto (Ita) Liquigas, stesso tempo;

3. Vincenzo Nibali (Ita) Liquigas, st;

4. Charles Wegelius (Gbr) Liquigas, st;

5. Andrea Noè (Ita) Liquigas, st;

6. Franco Pellizotti (Ita) Liquigas, st;

7. Paolo Savoldelli (Ita) Astana, +13";

8. Andrey Mizourov (Kaz) Astana, st.

9. Eddy Mazzoleni (Ita) Astana, st;

10. Serguei Yakovlev (Kaz) Astana, st.


(...) 14. Fabian Cancellara (Svi) Csc, +30";

16. David Zabriskie (Usa) Csc, +30";

17. Damiano Cunego (Ita) Lampre, +42";

22. George Hincapie (Usa) Discovery Channel, +49"

23. Yaroslav Popovych (Ucr) Discovery Channel, st.

26. Stefano Garzelli (Ita) Acqua e Sapone, +1'02";

37. Pietro Caucchioli (Ita) Credit Agricole, +1'13";

38. Paolo Bettini (Ita) Quick Step, +1'14";

44. Gilberto Simoni (Ita) Saunier Duval, +1'25";

45. Riccardo Riccò (Ita) Saunier Duval, +1'25";

57. Davide Rebellin (Ita) Gerolsteiner, +1'32";

68. Ivan Ramiro Pinto Parra (Col) Cofidis, +1'38";

73. Mauricio Alberto Ardila Cano (Col) Rabobank, +1'47";

82. Emanuele Sella (Ita) Panaria, +2'01";

102. Nicolas Roche (Irl) Credit Agricole, +2'50";

166. Michael Rasmussen (Dan) Rabobank, +6'52".

 

Queste le altre maglie assegnate durante la novantesima edizione del Giro d'Italia.

- Classifica a punti (Maglia Ciclamino) - 1) Robbie McEwen (Predictor-Lotto, Aus) 25 punti; 2) Bettini (Ita) 20; 3) Petacchi (Ita) 16.

- Classifica Gp della montagna (MAGLIA VERDE) - 1) Pavel Brutt (Tinkoff, Rus) 5 punti; 2) Facci (Ita) 3; 3)Masciarelli (Ita) 1.

- Classifica miglior giovane (MAGLIA BIANCA) - 1) Enrico Gasparotto (Liquigas, Ita) in 5h40'51"; 2) Nibali (Ita) st; 3) A. Schleck (Lus) a 30".

 

PORTALI CITTADINI
  BOLOGNA >   FIRENZE >   MILANO >