Esteri
1 novembre 2017
Il terrorismo torna a colpire New York (LaPresse) Ha lasciato un bigliettino vicino al furgoncino usato per l’attacco, nel quale ha scritto che agiva per l’Isis, il killer che ieri ha fatto tornare il terrore a New York. Alle tre del pomeriggio locali un camion è piombato su una delle più affollate piste ciclabili di Manhattan facendo una strage: almeno otto morti e una quindicina di feriti. L’aggressore è il 29enne di origini uzbeke Sayfullo Saipov, negli Stati Uniti con una green card. L'uomo ha urlato 'Allah è grande' prima di essere ferito ed arrestato. Secondo la polizia avrebbe agito da solo. La conferma che si tratta di un atto terroristico è arrivata dal sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio. "Un altro attacco opera di una persona molto malata e folle", ha subito twittato il presidente Trump pronto a un nuovo giro di vite sui migranti.
Sport Tech Benessere Moda Magazine