Roma, 4 ottobre 2017 - Il Nobel per la Chimica 2017 è stato assegnato a Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson per aver scoperto "un nuovo metodo per la visualizzazione delle molecole della vita" grazie al crio-microscopio a elettroni ad altissima risoluzione (Cryo-EM) con cui si può osservarle in 3D.

Il microscopio crio-elettronico permette di congelare i movimenti biomolecolari e raffigurali a livello atomico. Questa tecnologia porta la biochimica in una nuova era, rendendo più semplice il processo di cattura delle immagini biomolecolari: in pratica si è passati dall'osservare delle macchie senza forme alla visualizzazione delle proteine a una risoluzione atomica. In effetti un'immagine è uno strumento di comprensione e molte rivoluzioni scientifiche sono state rese possibili proprio dalla visualizzazione di oggetti prima invisibili all'occhio umano. Le mappature biochimiche sono piene di spazi vuoti proprio perché invisibili finora con le tecnologie a disposizione.

CHI SONO I VINCITORI - Jacques Dubochet (74 anni) è di nazionalità svizzera ed è nato nel 1942 ad Aigle. Ha studiato nell'università di Ginevra e poi in quella di Basilea e attualmente è professore onorario di Biofisica nell'università di Losanna. 

Joachim Frank (77 anni) di nazionalità tedesca, è nato nel 1940 a Siegen, Germany e nel 1970 si è laureato nel Politecnico di Monaco. In seguito si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha insegnato Biochimica e Biofisica molecolare nella Columbia University di New York. 

Richard Henderson (72 anni) è di nazionalità britannica. Nato nel 1945 a Edimburgo, si è laureato nel 1969 nell'università di Cambridge University e ha continuato a lavorare a Cambridge nel Laboratorio di Biologia molecolare del Medical Research Council (Mrc). 

I PIU' ATTESI - Nei giorni scorsi l'Accademia svedese ha assegnato quello per la medicina ai tre 'papà' dell'orologio biologico e quello per la fisica ai tre scienziati che hanno scoperto le onde gravitazionali. Domani sarà annunciato il Nobel per la letteratura e venerdì quello per la pace.