Tokyo, 20 marzo 2017 - In Giappone gli incidenti causati da anziani al volante stanno diventando un problema serio. L'alta frequenza di casi in cui sono coinvolti persone di una certa età ha spinto la società Heiankaku, che gestisce 89 pompe funebri nella prefettura di Aichi, a lanciare una campagna promozionale, in accordo col comune, per ridurre gli incidenti provocati da anziani alla guida.

La proposta è semplice: sconto del 15% al proprio funerale per chi riconsegnerà la patente. Sembra esagerato, ma i dati della prefettura locale sono importanti: nel 2016 il 13,2% degli incidenti sono stati causati da autisti di 75 anni o più di età. In molti casi le cause sono direttamante collegate con l'età e i suoi inconvenienti, alcuni confondono il pedale del freno con quello dell'acceleratore, o sbagliano nell'inserire la marcia ingranando la retro.

Per ora il numero delle patenti riconsegnate nella prefettura di Aichi non raggiunge il 3%, che la posiziona al 32esimo posto tra le 47 prefetture del Paese. 

Osaka è messa meglio, infatti, oltre le detrazioni al costo del proprio funerale, gli anziani usufruiscono di sconti anche in determinate attività commerciali. In Giappone un cittadino su 4 supera i 65 anni di età.