Esteri

La città di Charlottesville, in Virginia, a ferro e fuoco per il corteo dell'ultradestra degenerato in violenti scontri con i militanti anti razzisti che si sono radunati per una contromanifestazione. La marcia, 'Unire la destra', era stata indetta come protesta contro il progetto del Consiglio comunale di rimuovere la statua del generale Robert E. Lee, pro schiavitù, che nella guerra civile Usa del 1861-1865 guidò le forze confederate. Diversi feriti anche a causa di un'auto che si è lanciata contro la folla. Il governatore Terry McAuliffe è stato costretto a proclamare lo stato d'emergenza.

 

Sport Tech Benessere Moda Magazine