Il Cairo, 29 dicembre 2017 - Paura e Morte questa mattina in Egitto, quando un uomo armato ha aperto il fuoco davanti alla chiesa copta di San Mena, del distretto di Helwan nella capitale, il Cairo. Il portavoce del ministero della Sanità egiziano, Khaled Megahed, ha detto che almeno 10 persone, escluso l'attentatore, sono rimaste uccise durante l'attacco mentre 5 sono gravemente ferite. Altre due persone sono poi rimaste uccise in un secondo attacco avvenuto circa un'ora dopo il primo presso un negozio copto della stessa zona. Secondo i resoconti, l'uomo ha ferito diverse guardie di sicurezza e ha cercato di assaltare l'edificio. L'aggressore è stato successivamente ucciso dalla polizia riuscendo però had uccidere un agente. La televisione di stato ha riferito inoltre che un secondo assalitore che era riuscito a fuggire, "è stato arrestato". In serata l'attacco è stato rivendicato da un gruppo locale affiliato all'Isis.

false

Sul sito del quotidiano al-Ahram è stata pubblicata la foto di quello che dovrebbe essere il cadavere dell'assalitore, un uomo con la barba, con indosso un giaccone e diverse munizioni, disteso a terra. Secondo quanto riportato sulla nota del ministero dell'Interno egiziano, l'uomo, già ricercato per aver compiuto altri attentati costati la vita diversi poliziotti e civili, aveva un'arma automatica e un ordigno esplosivo che ha tentato di lanciare contro la chiesa per fare il maggior numero di vittime.

Solidarietà da parte del grande imam di al Azhar, Ahmed El-Tayyeb, che ha condannato duramente l'attacco. In un comunicato diffuso dall'agenzia Mena, l'imam ha affermato che i ripetuti odiosi attacchi terroristici che prendono di mira i fedeli copti hanno in realtà l'obiettivo di minare l'Egitto e la sua unità. El-Tayyeb esorta quindi gli egiziani a contrastare questo piano maligno e a proteggere le celebrazioni del Natale.

I cristiani copti rappresentano circa il 10% dei 93 milioni di egiziani e sono la minoranza religiosa più numerosa nella regione; negli ultimi mesi sono stati oggetto di frequenti attentati e sparatorie con ben 100 vittime nel solo 2017. Recentemente il gruppo islamista affiliato dell'Isis in Egitto ha minacciato altri attacchi contro di loro e le autorità hanno organizzato un sistema di protezione per assicurare la celebrazione delle festività natalizie. L'ambasciata d'Italia al Cairo "condanna con forza l'odioso attacco di oggi a Helwan. L'Italia è a fianco dell'Egitto nella lotta al terrorismo e per la libertà religiosa". È quanto si legge in un tweet della sede diplomatica italiana dopo l'attacco alla chiesa copta.