Reggio Emilia, 26 dicembre 2014 - Il primo e unico liceo artistico in Italia che diplomerà in Baccalauréat: E’ il “Gaetano Chierici” di Reggio Emilia. In questo anno scolastico, la scuola ha attivato il corso di EsaBac in due classi terze ad indirizzo Fashion Design. Al termine della quinta, gli studenti conseguiranno il diploma di Stato italiano e il Bac francese.

EsaBac è un acronimo che significa esame di stato e baccalauréat e viene attuato in virtù dell’accordo italo francese del 24 febbraio del 2009. Un’ opportunità che permetterà agli studenti di studiare in università e di inserirsi nel mondo del lavoro europei.

Il liceo artistico Chierici ha deciso di raccogliere questa sfida, poichè l’EsaBac, solitamente, viene attivato nei licei linguistici o nelle scuole superiori ad indirizzo linguistico, al Chierici nel curricolum è previsto lo studio di una sola lingua, l’inglese per due ore la settimana.

Ma con EsaBac gli studenti studieranno in francese storia e, per 4 ore la settimana lingua e letteratura francese, inserite nel curricolum, fruendo delle possibilità della legge sull’autonomia scolastica.

EsaBac è un progetto di successo aperto da 4 anni nel 2013: 50 istituti scolastici lo hanno proposto, nel 2015 saranno 280, di cui 24 nell’ Emilia Romagna. La notizia dell’attivazione del corso, è stata data da Florence Bonnand, attachée de coopération pour le français dell’ambasciata di Francia a Firenze, che afferma: “Il Liceo “Chierici” è un pioniere, perche è il solo liceo artistico di tutta Italia ad avere aperto una sezione EsaBac.Un progetto che permette l’accesso a oltre 250 percorsi universitari italo-francesi e a percorsi di formazione, biennali ’post baccalauréat’,per il design e le arti applicate. La Francia è il secondo partner economico dell’Italia, il principale del sistema della moda - prosegue Florence Bonnand - per un giovane italiano, conoscere la lingua e la cultura francese è una interessante prospettiva professionale sul mercato del lavoro italofrancese. L’Ambasciata di Francia, in collaborazione con le autorità educative italiane, sostiene questo progetto e cinque addetti alla cooperazione per il francese sono ripartiti nel territorio italiano, a Roma, Firenze, Milano, Napoli e Palermo”, per mettere in opera gli obiettivi della cooperazione educativa”.

Maria Grazia Diana, dirigente del Chierici, conclude: “L’attivazione del corso EsaBac prevede per questo primo ciclo di avvio il coinvolgimento del solo indirizzo Fashion Design. E’ una scelta molto mirata, che permetterà agli studenti approfondimenti culturali che alimenteranno una creatività colta e propone concretamente gemellaggi con città, scuole e contesti formativi europei. EsaBac è una opportunità per nuovi sbocchi di studio o professionali, che tengono conto del tessuto industriale del territorio”.

L’impegno straordinario del Chierici è confermato anche dal dirigente scolastico provinciale di Reggio Emilia, Silvia Menabue e il presidente della Provincia reggiana, Giammaria Manghi.

Questo progetto è stato preceduto, lo scorso anno scolastico, dall’ insegnamento in francese di letteratura col metodo EsaBac con due docenti francesi provenienti dal liceo di Saumur, che hanno operato al Chierici in compresenza con i docenti di italiano in tutte le seconde classi, queste insegnanti hanno tenuto anche un corso pomeridiano di lingua francese.

Quest’anno sono previsti due scambi alla pari, di una settimana l’uno, nei licei di Bordeaux e di Saumur; il Chierici, a sua volta, ospiterà gli studenti delle due città d’Oltralpe a fine febbraio e in marzo. Il progetto di scambio è stato approvato e, in parte, finanziato dalla regione Emilia Romagna.