Cronaca
13 aprile 2017
Killer di Budrio: un parà sulle tracce di Igor (LaPresse) Si chiama Stefano Biasone, è un capitano del Reggimento Paracadutisti Tuscania. E’ l’uomo che dà la caccia a Igor Vaclavic. Coordina 24 ore su 24 centinaia di uomini che cercano il killer di Budrio nelle paludi dell’Emilia, fra Ferrara e Bologna. Biasone è addestrato per questo genere di situazioni, è un reduce di Kabul, era in Afghanistan i primi giorni del 2016, quando l’ambasciata italiana fu colpita da un razzo. Non ha trent’anni, ma assicura: “Prenderemo Igor".
Sport Tech Benessere Moda Magazine