Salerno, 2 gennaio 2018 - Una donna di 55 anni di Belluno è morta questa mattina nel Salernitano, in Costiera Amalfitana, dopo essere stata travolta da un'onda. Il fatto è accaduto a Praiano, dove un gruppo di quattro turisti veneti passeggiava sulla scogliera. In vacanza in un b&b di una delle perle della 'Divina', i quattro stavano percorrendo la suggestiva passeggiata, quasi a pelo d'acqua, che collega la Praia con uno dei caratteristici ristoranti della costa. In questi giorni il forte vento in Campania ha agitato il mare. Un'onda molto alta, intorno alle 11.30, ha inghiottito il gruppo facendo cadere in acqua tre persone, due donne e un uomo. Il quarto, riuscendo a resistere alla furia marina, ha lanciato l'allarme. E' intervenuta, via mare, la Guardia costiera di Amalfi e, da terra, i carabinieri. Per la 55enne, nonostante il tempestivo intervento dei sanitari, non c'è stato nulla da fare. Gli altri sono stati trasferiti all'ospedale di Castiglione di Ravello. La donna è morta per annegamento.

Previsioni meteo, il 2018 comincia con 5 perturbazioni

Non è la prima volta che a Praiano una donna muore dopo essere stata trascinata in mare da un'onda. E' accaduto anche il 25 gennaio del 2009. Manuela Castaldo, 37 anni di Mogadiscio e residente a Napoli, fu travolta mentre passeggiava in spiaggia con un uomo che era in sua compagnia. Fu ripescata a circa 40 metri dalla costa dalla motovedetta della Capitaneria di Porto di Salerno, che stava conducendo le ricerche in mare della donna. La Castaldo aveva pranzato con un amico in un ristorante vicino alla spiaggia e poi i due stavano facendo una passeggiata quando la donna fu investita dall'onda.

"E' una tragedia che lascia colpiti, soprattutto per la dinamica", dice all'Agi il sindaco di Praiano, Giovanni Di Martino, riferendosi alla morte della turista veneta. "In questo momento - aggiunge il primo cittadino - esprimo il cordoglio mio e dell'Amministrazione comunale verso le persone che hanno vissuto questa tragica esperienza. Abbiamo detto ai familiari della vittima che, in questa fase di emergenza, possono contare su di noi". Sulla questione sicurezza del litorale, il sindaco di Praiano sottolinea che "il buonsenso vorrebbe che non si frequentassero litorali a pelo d'acqua durante un moto ondoso così importante. Oggi, siamo profondamente dispiaciuti".