Roma, 21 dicembre 2016 - Delle adorabili rocce ricoperte di neve che tremano per il freddo: è questo il nuovo doodle di Google, la ormai classica 'scenetta' in movimento che il motore di ricerca mette nella sua pagina di apertura per celebrare date particolari al posto della regolare scritta col logo. In questo caso, si festeggia il solstizio d'inverno, il primo giorno di questa stagione che porta feste e luminarie scintillanti.

Se autunno e primavera iniziano nel giorno dell'equinozio, in cui giorno e notte hanno la stessa durata, inverno ed estate principiano invece in quello del solstizio (quello estivo è il 21 giugno). I solstizi sono fenomeni astronomici, determinati dalla posizione della Terra rispetto al sole, che stabiliscono la durata della luce (e quindi del giorno): il 21 giugno questa è al suo massimo, quella di oggi invece è al minimo e quindi il giorno durerà di meno. E' oggi infatti il giorno "più corto che ci sia", e non il 13 dicembre, festa di Santa Lucia, come prevede la tradizione e l'antico detto.