Bologna, 13 novembre 2017 - L'ondata di maltempo (Attila) annunciata dalle previsioni meteo, è arrivata sull'Italia. E la neve è caduta anche a quote più basse del previsto, come a Bologna. La perturbazione sta portando maltempo diffuso al Nord Est e in Toscana dove la neve sta cadendo a quote prossime alla pianura. La redazione web del sito IlMeteo.it avvisa che nella giornata odierna piogge, vento, pioggia e neve colpiranno principalmente il Triveneto, l'Emilia Romagna, Toscana e le regioni tirreniche meridionali. Nubifragi saranno possibili su Forlivese, Riminese, Fiorentino e Aretino montuosi, e Pesarese e Urbinate. La neve cadrà sopra i 3/400 metri al Nord Est e in Toscana, localmente anche mista a pioggia in Emilia. Piogge anche in Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna. Nei giorni successivi Attila si sposterà verso il Centro Sud interessando soprattutto Marche, Abruzzo, Sardegna orientale e poi i settori ionici. ilMeteo.it fa sapere inoltre il vento soffierà impetuoso: Bora, Maestrale e Tramontana potranno toccare raffiche fino a 90/100 km/h con possibili danni alle strutture e sradicamenti di alberi.

NEVELETTORI_26748274_123320

Gomme invernali, quando scatta l'obbligo 2017. Le info Comune per Comune

MIGLIORERA', MA... - Il bel tempo tornerà al Nord e regioni tirreniche centrali già da domani, con ultime piogge sulla Romagna. Ma il maltempo al Centro Sud insisterà ancora almeno fino a giovedì 16 e parte di venerdì 17. Nel successivo weekend un nuovo attacco instabile dal Nord Europa potrebbe raggiungere nuovamente l'Italia.

LA NEVE - Tornando alla giornata odierna, sono diverse le situazioni critiche. Particolarmente colpita da 'Attila' l'Emilia Romagna: intorno alle 10, la neve ha cominciato a cadere, a buon ritmo, anche a Bologna. Nel territorio della città metropolitana sono attivi 53 spazzaneve. Difficoltà in alcuni tratti di autostrada. In tarda mattinata, fa sapere il Comune di Imola, la Società Autostrade "ha chiuso i caselli in entrata in A14 di Castel San Pietro Terme, Imola e Faenza". A seguito della regolazione del traffico diretto al valico sull'Appennino si, dove sono in atto i controlli della polizia stradale per verificare che le auto abbiano la dotazione invernale, e si sono formati 7 km di coda tra Firenze Impruneta e il bivio con la A11 Firenze-Pisa nord in direzione Bologna. Ripercussioni anche sulla viabilità cittadina. Circolazione rallentata nel nodo ferroviario di Bologna.

Neve, chiusi in entrata caselli A14 di Imola, Castel San Pietro, Faenza

Pioggia mista a neve è stata registrata anche nel Faentino e nel Cesenate. Nevica sulle zone collinari e appenniniche della regione. Nevica sulla E45 e in alcuni tratti dell'Autostrada del Sole tra Bologna e Fiorenze. Vento forte sul Ferrarese e Ravennate.

La neve sull'Autostrada A1 DirettissimaSulla strada statale 12 'Dell'Abetone e del Brennero' il traffico è rimasto bloccato in entrambe le direzioni tra il fra le località di Pavullo e Serramazzoni, in provincia di Modena, a causa di un mezzo pesante finito fuori strada. La neve che sta cadendo sull'Appennino emiliano-romagnolo ha fatto mettere in funzione tutti mezzi spartineve in provincia di Modena dove sono scesi circa 20 centimetri alle quote più basse e 30 nelle zone del crinale. Tutte le strade provinciali sono percorribili, con catene o gomme da neve: il problema principale - si legge in una nota della Provincia - è dovuto alla caduta di rami o per gli alberi che si piegano pericolosamente sulla sede stradale, a causa della pesantezza delle neve. Fiocchi bianchi pure sui rilievi dell'Appennino pistoiese a quote superiori ai 500 metri. Sul Monte Amiata (Grosseto), la neve è caduta capiosa: in località Aiuole di Arcidosso ci sono auto bloccate sulle strade. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e Polstrada per liberare i mezzi innevati. Problemi per la neve anche in tutto il Mugello, sempre in provincia di Firenze, al di sopra di 400 metri.

Maltempo, Toscana flagellata dalla neve e dal vento forte / VIDEO / FOTO

FOTO Il Passo del Giogo sotto la neve

Ravenna, nave rompe gli ormeggi e blocca il canale / FOTO

LADYAZIZAFOTO_26747754_120005

TOSCANA - Numerosi interventi dei vigili del fuoco nel Grossetano, nel corso della notte, a causa di un forte temporale. Ad Arcidosso, sulla strada di Fontenuova, un muro pericolante lungo la strada è parzialmente caduto. In Via Bicocchi, a Follonica, sono state messe in sicurezza le luminarie sulla strada pubblica che erano diventate pericolanti e parzialmente cadute. A Scarlino, sulla provinciale 84 del Braccio di Scarlino una pianta è caduta in strada. Sempre per una pianta pericolante i vigili del fuoco sono intervenuti sulla strada provinciale 139 Santa Rita Cinigiano.

FRIULI - Temporali e bora sulla costa triestina, con raffiche fino a cento kmh; neve in Carnia a partire dai 500-600 metri; una casa parzialmente scoperchiata dal vento in Friuli, a Malnisio di Montereale Valcellina (Pordenone): è il primo provvisorio bilancio dell'ondata di maltempo che da ieri sera sta investendo il Friuli Venezia Giulia. Sono decine le richieste d'intervento ai vigili del fuoco, soprattutto a Trieste, per rami spezzati, infissi divelti, locali e strade invase dall'acqua. Secondo le previsioni dell'Osmer, in mattinata le nevicate dovrebbero raggiungere anche la zona del Carso triestino, a partire dai 300 metri di quota.

TRENTINO ALTO ADIGE - Nuova ondata di freddo e nuove precipitazioni nevose in Trentino Alto Adige. Qui fa meno notizia, ma il gelo è intenso. Per esempio ai 3.253 metri della Cima di Fontana Bianca in Val d'Ultimo in provincia di Bolzano la colonnina è scesa fino a - 18 gradi. Valore analogo (-17,7) ai 3.399 metri dell'anticima di Cima Libera sulla cresta di confine con l'Austria. Nella notte la neve è caduta poco sopra i 1000 metri accompagnata da tormente con venti che hanno toccato anche i 120 chilometri orari (sulle montagne sopra Plan in Passiria). In provincia di Trento, in particolare in Vallagarina, i vigili del fuoco sono intervenuti per alberi caduti e tetti danneggiati. In Alto Adige a Predoi sono caduti 19 centimetri di neve fresca, 16 a Selva Gardena e 8 a San Candido in Alta Val Pusteria. Per quanto concerne la circolazione stradale sulle strade di montagne le corsie sono parzialmente innevate ed è necessaria l'attrezzatura invernale. Per transitare sul passo Giovo è obbligatorio avere le catene montate, mentre sono stati chiusi per motivi di sicurezza diversi passi dolomitici, Sella, Fedaia, Pennes e Stelvio. Chiusura invernale per i passi Rombo, Erbe (raggiungibile dalla Val Badia) e Stalle. Venerdì 24 in alcune località turistiche del Trentino Alto Adige verranno aperti gli impianti di risalita. La stagione sciistica, innevamento permettendo, verra' aperta ufficialmente tra il primo ed il 4 dicembre. Giovedì 23 saranno inaugurati anche i tradizionali Mercatini di Natale dell'Alto Adige (Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno).

Bolzano e dintorni fra mercatini di Natale e cantine aperte

image

VENETO - Brutto tempo anche sul Veneto con neve in quota e acqua alta fra Venezia e Chioggia e un forte vento. Secondo l'Arpav le nevicate sono arrivate fino a quota 600 metri e in certi punti, complici le raffiche, hanno portato anche 30 centimetri di nuovo manto nevoso. Piu' contenute le precipitazioni nelle zone abitate, come a Cortina, dove comunque sono caduti 6 centimetri di neve. A Venezia la marea ha toccato, alle 6.21, una massima di 81 cm mentre a Chioggia, alle 6.45, è giunta fino a 121 centimetri.