Roma, 28 novembre 2017 - Si fanno più precise le previsioni meteo sulla neve che dovrebbe cadere in pianura al Nord nel fine settimana tra Piemonte, bassa LombaRdia ed Emilia. Intanto, sulla Penisola, il clima è già invernale. Già oggi risveglio gelido con valori sotto la norma. Una nuova perturbazione è in avvicinamento dalla Francia: tra stanotte e domani forti piogge soprattutto al centro e in Campania. Altri nuclei di aria molto fredda di origine artica in arrivo. "Martedì una perturbazione in arrivo dalla Francia si avvicinerà al Nord Italia, favorendo un aumento della nuvolosità anche su molte aree attorno al Mar Tirreno. Gli effetti di questo sistema perturbato si avvertiranno soprattutto dalla serata, in particolare al Centro e sul Nord Est - affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo -. Mercoledì la perturbazione investirà con maggiore decisione la Sardegna ed il versante tirrenico della Penisola, interessato da venti di Libeccio molto umidi, ma ancora miti".

Diversi gradi sotto zero in molte zone

RISVEGLIO GELIDO - Le temperature sono scese sotto lo zero in molte zone del Centro Nord, ma anche al Sud il freddo si è fatto sentire con valori ben inferiori alla norma. Registrati all'alba -6°C a L'Aquila, -5°C a Bolzano e Tarvisio (Ud), -4°C a Cuneo e Arezzo, -3°C a Firenze, Verona e Frosinone, -2°C a Roma e Udine, -1°C a Torino e Cervia (Ra), 0°C a Milano. Nel pomeriggio i valori si riporteranno sopra lo zero, ma faranno fatica a superare i 10 gradi al Nord: previsti oggi 7°C di massima a Cuneo, Milano, Torino, Bologna, Venezia e Verona, 6°C a Bergamo, Novara, Piacenza, Treviso, Udine e Campobasso, 5°C ad Aosta, Brescia e Trento.

Mercoledì una prima perturbazione colpirà l'Italia

PREVISIONI PER MERCOLEDÌ - Mercoledì sarà il giorno del primo peggioramento del tempo. Al mattino deboli precipitazioni sparse su Lombardia orientale e Nord Est; piogge e rovesci diffusi sulle regioni centrali tirreniche, nelle Marche e Campania. Nel pomeriggio pioverà anche su tutta la Sardegna, insistono piogge diffuse soprattutto sul Lazio, in Umbria e nel nord della Campania. La sera piogge anche abbondanti su Lazio meridionale, Campania e Appennino centro-meridionale. Neve sull'Appennino, ma solo a quote medio alte. Sulle Alpi centrali e orientali saranno possibili nevicate fino a quote basse ma si tratterà solo di qualche spruzzata. Temperature in temporaneo aumento al Centro Sud. 

GIOVEDI' - La perturbazione numero 6 investirà più direttamente le regioni meridionali, con piogge e locali rovesci soprattutto tra Puglia, Basilicata, alta Calabria e nordovest della Sicilia. Nel resto del Paese registreremo un parziale e temporaneo miglioramento, in particolare al Nord Ovest.

Cibo, 10 primi piatti per le serate fredde

Venerdì sarà il giorno dell'arrivo della neve

L'ARIA ARTICA - Venerdì la perturbazione indugerà ancora con piogge diffuse su estremo Sud e Sicilia e nel frattempo affluirà aria fredda da nord che determinerà un nuovo e progressivo calo delle temperature a cominciare dalle regioni centro-settentrionali e dalla Sardegna. La tendenza per l'ultima parte della settimana vede al momento una nuova fase di maltempo di stampo decisamente invernale a causa dell'arrivo della perturbazione numero 1 di dicembre associata ad aria di origine artica. Tra venerdì pomeriggio e sabato mattina, date le basse temperature, non si escludono nevicate a quote di pianura al Nord, in particolare su Piemonte, Emilia e bassa Lombardia.

FOCUS NEVE - Ed è proprio il 'limite' della neve la parte più difficile delle previsioni. Piacenza, Parma, Reggio Emilia, le zone di Cuneo, Asti, Alessandria, Pavia e Lodi: queste le aree maggiormente 'candidate' al manto bianco. A rischio anche Torino e Milano, più in dubbio Bologna. Questa è quanto emerge, in sintesi, dalle previsioni meteo di Ilmeteo.it e 3bmeteo.com. Anche Meteo.it è su questa linea. Non resta che attendere.