Roma, 12 ottobre 2017 - Secondo le previsioni meteo, il caldo sembra destinato a non lasciarci più. La cosiddetta 'ottobrata', ovvero temperature sopra la media e una lunga fase di tempo stabile senza piogge, prosegue e addirittura nel weekend e all'inizio della prossima settimana si annunciano picchi oltre i 25 gradi. Clima estivo, quindi, nonostante in alcune città d'Italia siano gi stati accesi gli impianti di riscaldamento centralizzati. Un meteo assolutamente fuori stagione, che conferma quanto quest'ultime siano ormai del tutto imprevedibili e quanto anche le nostre abitudini andrebbero modificate. Come se non bastasse, a 'esaltare' gli effetti del potente anticiclone che ingloberà gran parte d'Europa sarà l'uragano Ophelia, attualmente in pieno Atlantico, che nel weekend dovrebbe raggiungere l'Europa.

 

Uragano Ophelia punta Irlanda e Inghilterra: gli aggiornamenti

Ma analizziamo nel dettaglio le previsioni dei prossimi giorni. 

Come abbiamo detto, le temperature supereranno i 25 gradi, sulle Alpi è previsto zero termico fino a 4.200 metri di quota come nelle più intense ondate di caldo estivo. Si aggrava la siccità e peggiora progressivamente la qualità dell'aria. "L'ottobrata prosegue: ci attende un lungo periodo caratterizzato da tempo stabile, senza precipitazioni significative e con temperature elevate per il mese di ottobre - affermano i meteorologi del centro Epson Meteo - L'alta pressione si sta gradualmente allungando sulla nostra Penisola e a partire da oggi occuperà stabilmente l'Italia, garantendo condizioni di tempo prevalentemente soleggiato con temperature di molti gradi al di sopra alle medie del periodo. Si tratta di un caldo anomalo per il mesi di ottobre, addirittura tipico di inizio estate tra il weekend e l'inizio della prossima settimana, quando si potranno anche superare i 25 gradi. Farà caldo anche in montagna, con lo zero termico che nelle Alpi arriverà a quota 4.000-4.200 metri".

Nel fine settimana vivremo un caldo fuori stagione. L'anomalia risulterà più marcata al Nord e nelle regioni tirreniche dove la differenza rispetto alla norma potrà essere nell'ordine di 5/6 gradi. Il tempo sarà soleggiato in tutto il Paese, da segnalare soltanto la presenza di foschie dense e locali banchi di nebbia nelle ore più fresche della giornata sulle pianure del Nord e nelle valli interne del Centro. Questa fase anomala proseguirà almeno fino a metà delle prossima settimana. Le massime, secondo il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, "raggiungeranno diffusamente i 24-25 gradi, ma con punte anche superiori su tirreniche e Isole Maggiori, su valori dunque da inizio settembre. Farà caldo anche in montagna, con valori prossimi ai 18-20 gradi fin verso i 1000-1500m e zero termico diurno oltre i 4000m, come in piena estate. Attenzione alle marcate escursioni termiche con la notte, quando le temperature minime potranno comunque scendere sotto i 12-13 gradi sulle aree interne specie del Centronord". La situazione di "stallo anticiclonico", conclude l'esperto di 3bmeteo.com, "terrà lontane le piovose perturbazioni autunnali dall'Italia per almeno altri 7-8 giorni, prolungando la fase mediamente siccitosa e oltremodo calda (rispetto al periodo), che negli ultimi anni sta diventando sempre più preponderante salvo rare eccezioni, come lo scorso settembre". 

Uragano Ophelia gli effetti - Sabato Ophelia dovrebbe arrivare sulle Azzorre e sabato sera sull'Irlanda. Secondo Ferrara, la traiettoria di Ophelia richiamerà venti molto caldi dal Nord Africa sull'Europa, con temperature in gran parte sopra la media del periodo, se non addirittura quasi estive. "Il super anticiclone - spiega - interesserà in pieno anche l'Italia, portando tempo stabile e soleggiato fatta eccezione per qualche nebbia o nube bassa durante le ore più fredde su Valpadana, Liguria e versanti tirrenici".