Roma, 3 ottobre 2017 - Le previsioni meteo questa volta non cambiano le indicazioni: brusco calo termico, pioggia e neve (in montagna a quote piuttosto basse) da venerdì. Confermata dunque le ipotesi di ieri. Intanto instabilità localizzata, per oggi e domani, in contesto che vedrà tempo in prevalenza asciutto e anche soleggiato. La redazione di Ilmeteo.it comunica, per oggi, una nuvolosità più intensa e compatta sulla Sicilia, dove arriveranno rovesci e temporali diffusi, in qualche caso forti sui settori orientali, Ragusano, Siracusano, Catanese, anche con nubifragi lampo. Nubi e piogge diffuse sulle Alpi, localmente sul Triveneto, qualche pioggia debole sulla Liguria e sull'alta Toscana. In serata, rovesci veloci anche sulla Romagna, specie settori costieri. Più sole altrove.

Per mercoledì e giovedì, le nubi e le piogge insisteranno soltanto sulla Sicilia, localmente sulla Calabria, Liguria, alta Toscana e Friuli Venezia Giulia. Prevarrà il tempo asciutto e ampiamente soleggiato sul resto del Paese. Ma un peggioramento del tempo è atteso a seguire.

Da venerdì temperature giù di parecchi gradi

Una piccola 'rivoluzione meteo' nel fine settimana. Antonio Sanò, il direttore e fondatore del sito Ilmeteo.it, comunica, infatti, che nel corso di venerdì, una veloce perturbazione da Nord raggiungerà l'Italia. Inizialmente, nubi al Centro, sull'alto Adriatico, basso Tirreno, con rovesci sparsi, magari già qualche temporale su alto Adriatico. Nel pomeriggio-sera di venerdì, il tempo peggiorerà in maniera più consistente sulle pianure centro orientali del Nord, basso Veneto, Sud Est Lombardia, Centro Est Emilia-Romagna e poi su tutto il Centro, con rovesci e temporali diffusi. Sanò sottolinea la possibilità di fenomeni forti o violenti, venerdì pomeriggio-sera, su Romagna, Umbria e soprattutto su Marche e Abruzzo. Nubi e piogge più deboli e sparse anche sulla Campania, localmente sulla Calabria tirrenica. Calo termico sensibile su Alpi di confine, con addensamenti e primi fiocchi a 1.200 metri. Tempo migliore altrove. Graduale miglioramento nel weekend, con sole prevalente, salvo ancora sabato qualche rovescio su medio-basso Adriatico e sulla Sicilia. Calo termico generale di 4-5 gradi nel weekend. In Pianura Padana si potranno toccare minime anche di 5 gradi, secondo i principali siti meteo. Possibile nuovo peggioramento per lunedì 9, soprattutto al Centro.

Il sito 3bmeteo spiega che "l'irruzione sarà consistente sull'Europa centro-orientale, dove è atteso un brusco calo termico su valori ben al di sotto delle medie del periodo". Per quanto riguarda l'Italia gli esperti di 3bmeteo prevedono un calo delle temperature sulle Alpi e al Nord anche di 8-10 gradi. Analogo crollo al Sud e sulle Adriatiche per sabato. Meteogiornale prevede addirittura flessioni "di 12-14 gradi" sulle Alpi, con "nevicate importanti sulle "aree confinali".

I dettagli dei venti nel weekend